CDC - Centro di Documentazione e Studi dei Comuni Italiani

Progettare paesaggi quotidiani

La riqualificazione del patrimonio dismesso è una grande occasione per potenziare la qualità dello spazio pubblico urbano e la progettazione condivisa, partecipativa e interdisciplinare dello spazio pubblico, nonché un'opportunità importante per tutti gli attori coinvolti nel progetto, rivolti ad esprimere pienamente il proprio ruolo sociale. Il libro "Progettare paesaggi quotidiani" racconta la prima esperienza di studio organizzata per conto del programma di ricerca Living Urban Scape (LUS), da Maria Livia Olivetti, Annalisa Metta e Anna Lambertini, svolta come workshop per studenti e abitanti a Roma nel quartiere di Pietralata, nei mesi aprile-maggio 2013.


Un progetto di ricerca nazionale finalizzato ad esplorare proposte reali per la rigenerazione di spazi aperti negli insediamenti di edilizia residenziale pubblica. Finanziato nel 2011 dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) attraverso il bando per giovani ricercatori (Firb), è condotto da un gruppo interdisciplinare di urbanisti, paesaggisti, sociologi e architetti nelle sedi di Roma Tre e dello IUAV di Venezia. Il volume si articola in due diverse sezioni: la prima "Trasformare" narra un'esperienza di workshop attraverso riflessioni critiche ed immagini fotografiche; "Fare luoghi" raccoglie invece le testimonianze dei progettisti durante il percorso di trasformazione di un tratto di paesaggio urbano dimenticato in luogo pubblico completamente riqualificato. Il miglioramento dello spazio pubblico come strategia di riqualificazione di quartieri e periferie include il miglioramento delle connessioni, l'aumento della multifunzionalità e della fruibilità, nonché la riduzione dei fenomeni di esclusione sociale.

Progettare paesaggi quotidiani, Maria Livia Olivetti, Annalisa Metta, Anna Lambertini, Gangemi Editore, 2014

Ultima modifica il Venerdì, 09 Maggio 2014 16:38
Home Recensioni Progettare paesaggi quotidiani

Ricevi la newsletter

Iscriviti

Rimani aggiornato sulle attività del centro, sui cicli di formazione, i seminari e le ultime iniziative. Inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica già registrato e cliccando sul tasto cancella è invece possibile cancellare rapidamente la propria iscrizione.