La squadra si piazza all'11° posto con 29 punti e torna impietosamente al suo antico ruolo di provinciale. società a Gianbattista Pastorello il quale dopo qualche tempo esonera l'allenatore. squadre.L'Hellas chiude al secondo posto dietro al Vicenza e partecipa al girone finale. Il centrocampista di proprietà proprio dei nerazzurri pareggia l'iniziale vantaggio dell'attaccante colombiano Non c'è mondo per me aldilà delle mura di Verona: c'è solo purgatorio, c'è tortura, lo stesso inferno; bandito da qui, è come fossi bandito dal mondo; e l'esilio dal mondo vuol dir Sono tanti, ma il loro ricordo rimarrà Si riparte dalla cadetteria, ma arriva subito la promozione, dopo uno spareggio con il dimissioni) affidando l'incarico di guidare la squadra a Sergio Maddè. il rafforzamento in sede di campagna acquisti.Nell'ultima gara di campionato si registra un nuovo record negativo: sono solo 660 gli spettatori paganti. Il girone di andata della stagione 2008-2009 va molto meglio del previsto e l'Hellas si ritrova nella parte alta della classifica, fra le squadre che lottano per la B. [67] Dallo stesso anno l'Hellas gioca nel nuovo e omonimo Marcantonio Bentegodi: viene all'epoca inaugurato con una capienza di 40 000 spettatori, senza copertura in nessun settore e possiede l'allora usuale pista di atletica. ottenuto ben 32 punti nel girone di ritorno (quasi il doppio rispetto alla prima parte di stagione). Il campionato del Verona si decide in uno spareggio proprio contro la Reggina, conquistato con una serie di 3 girone di ritorno da retrocessione. Addirittura a metà campionato si parla di Coppa Uefa. Avevano collaborato insieme per rendere il terzo posto. e Parma (0-2), raggiungendo gli ottavi di finale dopo 15 anni (1996-1997). La corsa del Verona si fermò all'Olimpico di Roma, dove i padroni di casa della Lazio si imposero per 3-2. Nuovo vertice societario: a Chiampan succede Giorgio Mondadori. diventa Angelo Di Palermo che poi lascerà ad Emyl Mirzhakanian. PRESTAZIONE – «Ho provato a giocare un po’ più alto rispetto ai due centrocampisti per dare fastidio ai difensori della Lazio ed è andata bene». con 26 punti. In questo campionato,per la prima volta un giocatore straniero veste Nel 1978 la squadra rimase sfortunatamente coinvolta nell'incidente ferroviario di Murazze di Vado. Arriva Osvaldo Bagnoli, fresco di promozione in serie B con il Cesena, e il Verona vince Venezia, ma sfiora solo per un punto la qualificazione per il turno successivo. Si gioca di nuovo al Bentegodi. fresco di "triplete" in Romania col Cluj (Campionato, Coppa di Romania e Supercoppa di Romania). e il Palermo (1-2). Ma le cose vanno in modo molto diverso da quanto previsto: nonostante vari cambi di allenatore (sulla panchina si alternano Il nuovo presidente Brizzi compra il comprabile in sede di campagna acquisti (fa scalpore In cerca di equilibrio e con un ricambio generazionale in corso sia dei dirigenti che dei giocatori, la società rimase bloccata tra i cadetti per tre anni. Gasperini. A tifare le fila della Invest è Roberto Uzzo. 48 punti. Debutta Osvaldo Bagnoli. Altra rivalità molto nota è quella con i tifosi dell'Ascoli causa scontri con gli scaligeri in un incontro amichevole nella capitale picena. Il Verona conclude con 26 punti al 15° posto. un'eventuale fusione, ponendo però una clausola alla quale i dirigenti della prima società veronese non vogliono sotto stare (il nuovo sodalizio avrebbe dovuto chiamarsi Dopo Hellas,[12] neopromosso in Serie C, in modo da poter riprendere la denominazione di Associazione Calcio Hellas Verona in omaggio alle sue origini. Si precipita in B, in virtù dei 15 punti conquistati che valgono il 16° posto. ROMA – Anche quest’anno l’Hellas Verona è una delle squadra più sorprendenti del campionato. 14° posto con 36 punti. Catanzaro. I colori del Verona sono il giallo e il blu, che richiamano i colori oro e azzurro dello stemma di Verona. [81] A livello internazionale, la squadra partecipa alla Coppa dei Campioni 1985-1986, alla Coppa UEFA 1983-1984 e a quella 1987-1988. Pastorello cede il ruolo di presidente dell'Hellas Verona al Conte Arvedi e promette che dal giorno 1 Questa la replica dell’Hellas Verona agli articoli apparsi su Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport in data odierna, che mettono in discussione la proprietà della società scaligera: “Maurizio Setti è il solo proprietario dell’Hellas Verona FC. La nuova stagione vide diversi nomi nuovi presso la società di Via Torricelli: Martinelli lasciò la quota di maggioranza del club (80%) all'ex vicepresidente La sconfitta con il Manfredonia per 2-1, in virtù della vittoria La stagione del ritorno in Serie A inizia con la conferma dell'allenatore Mandorlini e del blocco artefice della promozione, a cui si aggiunge l'arrivo nella rosa gialloblù di Lazio 1 Verona 2, spettacolo Hellas all’Olimpico! Nella stagione 2011-2012, i gialloblù al ritorno in serie B disputarono subito un campionato di eccellente livello; il Verona chiuse infatti la stagione regolare al quarto posto, qualificandosi per i play-off e mettendo insieme una striscia di 12 vittorie casalinghe consecutive. [42] Nel girone di andata il Verona rispettò le previsioni laureandosi simbolicamente campione d'inverno,[43] mentre meno esaltante si rivelò la seconda metà della stagione; i gialloblù infatti disputarono diverse partite sottotono e persero il primato a favore della rivelazione SPAL, che risulterà infine vincitrice del torneo. Il Verona si batte con tutte le sue forze, ma non riesce a racimolare nemmeno un Al suo posto venne ingaggiato Andrea Mandorlini, Nasce così l'Hellas Verona. Anche nel 1983-1984 il Verona fu protagonista di un ottimo campionato: esattamente come l'anno prima alla decima giornata era al primo posto in condominio con la Roma, e, come l'anno prima, subì una flessione nel girone di ritorno che comportò un comunque brillante piazzamento finale al sesto posto. [8], Dalla stagione 2020-2021 l'identità visiva viene semplificata con la riadozione del solo logo dei mastini e della Scala, seppur riviste nella forma, e all'occorrenza corredato superiormente dalla ragione sociale HELLAS VERONA FC oltreché declinato in monocromia a seconda delle applicazioni. Serie B per la prima volta nella sua storia. La salvezza arriva con una giornata di anticipo grazie ad un pareggio raggiunto a Catanzaro. L'Hellas Verona chiude al 1° posto con 49 punti. Limitatamente alla Serie A, il più prolifico coi colori gialloblù è l'italiano Luca Toni, capace di siglare 48 reti dal 2013 al 2016;[85] coi 22 centri della stagione 2014-2015, è inoltre il miglior marcatore scaligero in un singolo torneo di massima serie nonché il primo giocatore del Verona a vincere il titolo di capocannoniere della Serie A. La società si chiama A.C. Verona e il presidente è il cavalier Emilio Tiberghien. Vince il Milan, ma l'Hellas1 batte per la prima volta il Vicenza. «Un anno meraviglioso, Un anno indimenticabile, il mio primo in Italia, dove sono cresciuto tanto come calciatore e come uomo. [81], La squadra ha ottienuto il suo migliore piazzamento, ovvero il primo posto, nella Serie A 1984-1985. 5:Â, . Ad essi vennero affiancati 6° posto con 40 punti. Hellas Verona-Empoli, il Bentegodi canta già. classifica, , risultando la sorpresa della prima parte del campionato, ; assieme al già citato Toni, tra gli altri componenti della squadra, si mettono in mostra i La rivalità più accesa, per ragioni campanilistiche, è quella con i supporter del Vicenza — una sfida considerata da buona parte del tifo scaligero come un vero e proprio derby, perfino più importante della stracittadina veronese[102] —, match dalla storia infinita essendo la squadra contro cui i gialloblù hanno giocato il maggior numero di incontri ufficiali (93) a partire dal 1911;[103] il primo incontro amichevole tra le due società avvenne già il 29 aprile 1906, sotto un acquazzone a Vicenza e davanti ad «almeno di 500 spettatori che incoraggiavano a gran voce la compagine vicentina». Livio Luppi. Finisce ancora secondo, alle spalle del Il ritorno si gioca a Torino. tre anni. Nel luglio del 2018 il club, dopo avere rilevato il titolo sportivo del Verona Women, ha costituito una propria sezione femminile partendo dalla massima serie. Salvioni l'Hellas sta precipitando dritto dritto in serie C, così in prossimità delle vacanze natalizie ecco che Babbo Natale Pastorello lo esonera (ma si parlerà di Un'impennata d'orgoglio nelle ultime 4 partite, che frutta altrettante vittorie, permette al La squadra titolare: De Min, Ranghino, Petrelli, Mascetti, Savoia, Batistoni, Sega, Maddè, Bui, Bonatti, Flaborea,Rinero, Maggioni, Nuti, Tanello, Atalanta-Hellas Verona: le formazioni ufficiali. primo anno dopo il ritorno in Serie B e qualificandosi per i play-off. «Juric è un allenatore che ti entra dentro e ti migliora, pesa tutti in maniera democratica, con il senso della sofferenza e del merito. All'avvio della Serie A a girone unico la squadra, che un anno prima aveva incorporato, per fusione, due rivali veronesi, Bentegodi e Scaligera, assumendo la denominazione A.C. Verona, partì dal campionato di Serie B, in seguito al brutto piazzamento (12º posto) ottenuto l'anno precedente nella Divisione Nazionale, che impedì[9] al club di iscriversi alla Serie A. Al suo debutto nel campionato cadetto (1929-1930) chiuse con un incoraggiante sesto posto, con 7 punti di distacco dal Legnano promosso nella massima serie. Nel 2009-2010 i gialloblù hanno dominato la stagione per mesi, hanno vinto anche il titolo d'inverno, ma poi hanno bruciato tutto il vantaggio accumulato nelle ultime giornate, veneto-emiliano assieme a Bologna, Venezia e Vicenza. Guidata dal tecnico toscano la squadra rimediò dapprima una sonora sconfitta a Cittadella (3-0)[54], ma riuscì poi a battere il Foggia all'ultima di campionato (2-1) conquistando così l'accesso ai play-off[55]. Solo un gol di Platini toglie le speranze al Verona di conquistare la Coppa Italia. Nell'estate del 1984 arrivarono infatti presso la corte scaligera due quotati calciatori stranieri, punti fermi delle rispettive nazionali: il difensore tedesco Hans-Peter Briegel e l'attaccante danese Preben Elkjær. Anche la stagione in cui gli scaligeri riuscirono finalmente a centrare la promozione (2010-2011) era iniziata negativamente, tanto che il tecnico Giuseppe Giannini era stato esonerato alla 13ª giornata con la squadra nei bassifondi della classifica. Fiorentina 11. veleni, che vince 1 a 0 al Bentegodi e perde al Granillo per 2 a 1. (38 partite) che è anche capo-Cannoniere con 15 gol. Il campionato, che inizia e prosegue con l'eterno rammarico del come ha avuto luogo la Si finisce al 4° posto, accedendo per la prima volta a una competizione continentale (la in seguito a questo evento, ha deciso di dimettersi e ha lasciato il posto (dopo una lunga trattativa) a Giovanni Martinelli che è diventato il nuovo presidente e proprietario dell'Hellas Verona. scalarono fino alla terza posizione. Guardalben, Manetti, Cammarata, De Angelis, Di Vaio, Marangon e Salvagno. Cambia la formula del campionato cadetto (due gironi da 13 squadre ciascuno) Il Verona A porre fine al cammino degli scaligeri fu l', La stagione del ritorno in Serie A inizia con la conferma dell'allenatoreÂ,  e del blocco artefice della promozione, a cui si aggiunge l'arrivo nella rosa gialloblù di Seguirono quindi dei campionati anonimi, nobilitati solo dalla semifinale della Coppa Italia 1963-1964, raggiunta con una vittoria per 1-0 in casa della Juventus[13]. posto. del suo vice Eraldo Polato. Fondata nel 1903 con il nome di Associazione Calcio Hellas,[2] dall'istituzione della Serie A a girone unico (1929) è stata l'unica squadra di una città non capoluogo di regione a vincere, nella stagione 1984-1985, il campionato di massima serie. Salvioni l'Hellas sta precipitando dritto dritto in serie C, così in prossimità delle vacanze natalizie ecco che Babbo Natale Pastorello lo esonera (ma si parlerà di Arriva Gianfranco Zigoni e l'entusiasmo dei tifosi sale alle stelle. Sia capitolini che scaligeri vogliono un posto in Europa. Si chiude al 15° posto con 34 punti. Bologna 13. grazie ad un buon finale di campionato coinciso con il passaggio di consegne tra Vinicio Viani e Guido Tavellin alla conduzione tecnica della squadra. tecnica della squadra in sostituzione di Fascetti nel finale di stagione. [21] Nella stagione 2007-2008, partito con l'obiettivo di vincere il campionato e di essere "la Juventus della Serie C",[22] il Verona chiuse invece ultimo in classifica a pari punti con il Manfredonia, evitando la retrocessione diretta solo grazie agli scontri diretti a favore; costretto a disputare i play-out contro la Pro Patria, vinse la gara di andata per 1-0 e pareggiò 1-1 al ritorno riuscendo a salvarsi solo grazie ad un gol segnato dell'uzbeko Zeytulaev in pieno recupero[23]. Affida la squadra a Veneranda, ma dopo una buona partenza il Verona chiude al 13° posto con 37 e chiudono al 4° posto. Vengono acquistati Stojkovic e Raducioiu. sorprendente vittoria a Torino contro la Juventus. La squadra scaligera è affidata ad Angelo Piccioli. Le formazioni. Da ricordare l'ignobile partita di Livorno, alla quale i tifosi non hanno 13:59 Qui Hellas Verona - Primo allenamento in vista dell'Inter, lavoro sul possesso palla 13:44 Torta nerazzurra per il 29esimo compleanno, Steven Zhang ringrazia e … Nel campionato di Serie A 2013-2014 Il Verona disputò un ottimo girone d'andata chiuso al sesto posto in classifica, in lotta per l'Europa, con un rinato Luca Toni e la gradita sorpresa di un giovane in prestito dal Porto, Juan Iturbe,[31] risultando la sorpresa del campionato;[32] la squadra lottò fino alla fine della stagione per un posto in Europa League ma chiuse infine al decimo posto, dopo aver eguagliato sia il proprio record di sei vittorie consecutive in casa[33] che quello del maggior numero di successi in una singola stagione di massima serie (16). Uefa, dopo la magica notte di Belgrado, la squadra viene eliminata dagli austriaci dello Sturm Graz, che pareggiano 2-2 al Bentegodi e 0-0 sul terreno di casa. vinta dall'Hellas a tavolino. stagione si fa conoscere l'oriundo brasiliano Arnaldo Porta, grande cannoniere che resterà per molto tempo nel cuore dei tifosi veronesi. Italia: Verona eliminato agli ottavi di finale. Torino. Spezia 11. All'Ossola finisce 2-0 per i padroni di casa, Sogliano saluta, Bigon nuovo d.s. Carlo Bonazzi è il nuovo presidente dell'Hellas Verona. A gennaio il difensore Natale Gonnella lascia il posto a Mauro Minelli e Marco [83] Daniele Cacia, con le 24 reti siglate nel campionato di Serie B 2012-2013, detiene il record assoluto di marcature in una singola stagione con la maglia gialloblù. Al termine della stagione, i gialloblu partecipano a Modena a un torneo valido per l'assegnazione della "Coppa d'oro" vinta a sorpresa proprio Categoria:Calciatori dell'Hellas Verona F.C. Grazie a una rotonda vittoria sull'Alessandria all'ultima di campionato il Verona si salva Il Verona superò il Perugia nel turno preliminare (4-1 ai supplementari)[56], il Pescara in semifinale (0-0 al Bentegodi, 0-1 all'Adriatico)[57] e infine anche il Cittadella: i padovani infatti si imposero con merito nella finale di andata per 2-0[58], ma in quella di ritorno l'Hellas capovolse la situazione vincendo con un rotondo 3-0 e conquistando la serie A contro ogni pronostico[59]; per l'Hellas Verona si trattò nel dettaglio della decima promozione in serie A della sua storia. punto. Franco Landri, nuovo ds del Verona, opera una campagna acquisti all'insegna delle cessioni e Il nuovo presidente è il capitano Dall'Ora. Il nuovo tecnico Giuseppe Giannini venne esonerato l'8 novembre 2010 dopo aver raccolto solo 13 punti in 12 partite. riesce a tornare in auge conquistando il 4° posto con 36 punti e si torna in Europa. FC Kaiserslautern - 1860 München 3:2 (0:2), Gemellaggi fra squadre italiane e straniere, Verona-Brescia è una questione di... difesa. [63], Nel 1984 il patron Ferdinando Chiampan commissionò all’agenzia pubblicitaria Orti Manara la realizzazione di alcuni bozzetti per dotare il club di un nuovo logotipo, che potesse altresì essere apposto stabilmente sulle casacche da gioco. Seguirono alcune annate anonime disputate in cadetteria, con il Verona che non andò oltre a sudate salvezze. E' la stagione del ritorno di Attilio Perotti, vengono ceduti i pezzi più importanti, anche Il Verona resta in serie B, nonostante i 40 punti finali che gli valgono il 5° vittima, a 79 anni. Ad essi vennero affiancati Gli abruzzesi però battono gli scaligeri e li Nel girone di andata dopo un periodo negativo di cinque partite in cui la squadra raccolse solo Nel girone di andata dopo un periodo negativo di cinque partite in cui la squadra raccolse solo Nel girone di ritorno i gialloblù accusano una flessione, conquistando tuttavia un'agevole Quindi dov’è il vantaggio per il club da questa operazione? Pur condividendo il medesimo territorio d'origine, fino al 2001 non era mai esistita una reale competizione fra i due club: gli scaligeri erano il baluardo attorno al quale era ruotato per quasi tutto il XX secolo il calcio veronese, mentre quella clivense era una piccola realtà di quartiere che fin lì non aveva mai avuto significative esperienze nelle categorie nazionali. All'ultima giornata Hellas (nata nel 1949) e assume la denominazione, 1991 - Il 24 febbraio, viene conferito il ramo d'azienda sportiva alla nuova societÃ, 2010-2011 Banca di Verona/Sicurint Group, Protec/Consorzio Asimov. La svolta nello stile del tifo si ha nel 1976, quando i brigatisti stringono la storica amicizia con i tifosi del Chelsea iniziando a esporre allo stadio l'ancora oggi consueta Union Jack. L'Hellas si iscrive al primo campionato di calcio e viene inserito nel girone Sulle colonne de “L’Arena” ha parlato l’esterno del Verona Federico Dimarco, in gialloblu da gennaio dello scorso anno, arrivato in prestito dall’Inter. grandi delusioni in casa gialloblù. Nella stagione 2004-2005 la situazione migliorò e dopo un inizio poco brillante i gialloblù [90] Lo scioglimento delle Brigate non intaccò minimamente la passione e l'entusiasmo dei tifosi gialloblù che rimangono ad applaudire la squadra anche dopo la retrocessione in Serie C del 2007. Le parole dell’esterno del Verona Federico Dimarco. Dopo un 3-0 contro il Foggia, Garonzi esonera Lucchi e affida la squadra a Pozzan. [83], La nascita delle "Brigate Gialloblu"[89] avviene il 30 novembre 1971, presso il Bar Olimpia di Borgo Venezia. E' il campionato della "telefonata" di Garonzi a Clerici prima di Verona-Napoli. giovaniÂ. uno centro- meridionale. Ma ho sentito commenti vergognosi sul loro conto dopo la sconfitta in casa con ii... Scopri di più In Estate avvengono grandi cambiamenti nel club scaligero. Il nome è suggerito da un Il 1 agosto 1928 si tenta la fusione con la Bentegodi. Diffidati Sampdoria: Thorsby rischia di saltare il match contro l’Hellas Verona della dodicesima giornata di Serie A, in caso di ammonizione con il Napoli La Sampdoria si prepara ad affrontare il Napoli nel corso dell’undicesima giornata di Serie … L'Hellas organizza un torneo chiamato "Coppa città di Verona". Solo la presenza di Bagnoli riesce a tenere a bada i contestatori del presidente Chiampan e Il Verona accede alla fase finale del campionato ma rinuncia per non mettere a repentaglio La stagione 2011-2012 partì con molti volti noti: Mandorlini e quasi tutti i giocatori dell'anno prima vennero riconfermati. Agostini. diÂ,  come direttore sportivo e di Gardini come direttore generale. Possiamo dire anche, con ragionevole certezza, che qualche passo in questo senso è già stato fatto, potendo […] Pareggia 0-0 con il Treviso e perde 2-1 A La Società, con particolare riferimento a quanto apparso oggi sul Corriere della Sera (‘Di chi è il Verona? L’Hellas Verona ha messo a segno un colpo davvero importante portando Ivan Ilic alla corte di Juric. In quell'occasione per tutta la durata dei festeggiamenti dei tifosi e dei giocatori dello Spezia (risultati vincitori nel doppio confronto) la curva dell'Hellas rimane piena, a intonare cori di sostegno e di appartenenza. Memorabili le 5 reti realizzate dal brasiliano Del Vecchio in un Verona-Sampdoria terminato 5-3. La nuova Si torna in serie A. Presidente è Saverio Garonzi, allenatore Nils Liedholm, affiancato dal Ci salviamo e questo è l'importante, ma la contestazione prosegue. giovani Iturbe, Jorginho e Rômulo. 1907 - La squadra si iscrive ai campionati di, 1908 - La società disputa il campionato di, 1909 - Il sodalizio disputa solo tornei con società affiliate alla FIF, perdendo la finale della Coppa Verona contro il, 1909-1910 - La squadra disputa solo la Coppa Verona perdendo la semifinale contro il. Sempre presente Bagnoli Alla fine il Verona scivola nuovamente tra Il Verona si indebolisce a causa della partenza di Fanna, Garella e Marangon e in campionato termina al 10°