CDC - Centro di Documentazione e Studi dei Comuni Italiani

Dagli scritti e dai discorsi del quadriennio 1969-73: riportiamo l'intervento al Senato del 5 maggio 1970 sull'annosa crisi israelo-palestinese.

Presentato, quest'oggi, il Rapporto 2018 dell'Istat. Tante istantanee, quelle dell'Istituto di Statistica, che fotografano un paese dalle mille sfaccettature. Ad incominciare dalla popolazione totale che per il terzo anno di seguito è in diminuzione (meno 100 mila). Gli italiani si stima essere 60,5 milioni con una quota di stranieri fissata a 6,5 milioni, corrispondente all'8,4% del totale. Il belpaese continua ad essere uno dei paesi più longevi al mondo. Con una media di 80,6 anni per gli uomini e 84,9 anni per le donne registrati nell'annata 2017. A Trento (83,8 anni) e a Firenze (84,1 anni) vi è il tasso più alto di longevità. Napoli e Caserta, invece, detengono il tasso più basso (80,1 anni).

 

L'intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella all'apertura della conferenza "The State of the Union 2018, solidarietà in Europa"

Gli anniversari sono essenziali per tenere vivo un ricordo, un evento o un fatto storico, perché come ripetevano alcuni saggi nel corso dei secoli, " la storia è maestra di vita e testimone dei tempi" così come scriveva Cicerone oltre ventuno secoli fa. Attualizzando il pensiero ai nostri giorni, anche giornalisti famosi hanno affermato con convinzione questo concetto: "Un paese che ignora il proprio ieri non può avere un domani". Da qui un avvenimento fondamentale per la storia del nostro Paese, quello delle elezioni del 18 aprile 1948.

I 70 anni dalle elezioni del 18 aprile, decisive per la netta affermazione dello schieramento filo-occidentale contro il blocco social-comunista, costituiscono l'occasione per ricordare il ruolo esercitato all'epoca da Alcide De Gasperi, nonché il suo operato di leader politico e di governo nel periodo 1945-1953, fino alla morte avvenuta l'anno successivo. In generale, il dibattito si concentra sul riconoscimento delle straordinarie doti di statista che l'uomo più rappresentativo della Dc mise in mostra in quel frangente della recente storia italiana, dalla fine della guerra alla rinascita economica e civile dell'Italia.

Pianificati modi, tempi e stanziamenti relativi alla delicata fase della ricostruzione, l'Italia uscita dal secondo dopoguerra si preparò alle elezioni politiche, convocate per il 18 aprile 1948, le quali avrebbero assegnato alla neonata Repubblica il suo primo Parlamento.
Prerogativa principale della campagna elettorale fu la radicalizzazione degli schieramenti contrapposti : l'opposizione, incarnata dal Pci e dagli altri partiti di sinistra, e il movimento filo-governativo, guidato dalla Dc con l'appoggio dei socialdemocratici e dei repubblicani.

Ricevi la newsletter

Iscriviti

Rimani aggiornato sulle attività del centro, sui cicli di formazione, i seminari e le ultime iniziative. Inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica già registrato e cliccando sul tasto cancella è invece possibile cancellare rapidamente la propria iscrizione.