CDC - Centro di Documentazione e Studi dei Comuni Italiani

L’ANCI esprime preoccupazione in merito al testo della proposta di legge che modifica l’articolo 12 del Codice della Strada, nella versione che dalla Commissione Trasporti della Camera andrà oggi in aula. In particolare, l’Associazione dei Comuni – spiega una nota – ritiene che il testo necessiti di una serie di modifiche affinché tale provvedimento sia inserito in più ampio contesto normativo che fotografi e normi le trasformazioni in atto nelle città verso la mobilità sostenibile.

“Per il deposito nazionale delle scorie nucleari penso dobbiamo escludere zone come la Sardegna che comportino il passaggio del materiale attraverso il mare, con rischi ambientali inutilmente grandi”. Lo ha detto il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa (M5S), a margine di un convegno stamani alla Scuola Ufficiali dei Carabinieri a Roma.
 

I Comuni hanno ridotto le proprie spese amministrative di quasi il 6% fra il 2013 e il 2015, “segno di una decisa efficacia delle politiche di spending review e di fiscal compact”. E’ uno dei dati contenuti nel secondo Quaderno del Cnel dal titolo ”Le performance dei servizi comunali: i servizi amministrativi e sociali nelle Regioni a statuto ordinario” che misura i livelli di efficienza ed efficacia delle amministrazioni comunali delle Regioni a statuto ordinario, dopo la riforma Brunetta.
 

Secondo i termini del bando, i mezzi interessati dovranno essere essere immatricolati per la prima volta a nome della stessa impresa e dovranno avere un'alimentazione elettrica, ibrido elettrica/benzina (esclusivamente Full Hybrid o Hybrid Plug in) Euro 6; metano (mono o bifuel benzina) Euro 6 e Gpl (mono o bifuel benzina) Euro 6. Sono quindi esclusi i veicoli usati, a "chilometri zero" e acquistati in leasing a eccezione di quelli con obbligo di riscatto.

Gli effetti politici e sociologici di una tragedia senza precedenti

La guerra mondiale del '14-'18, conclusasi nel novembre di cento anni fa, non aveva solo "strappato" dalla vita civile e dalle loro abitudini quasi 70 milioni di uomini, ma aveva posto intere nazioni davanti a nuove realtà, talvolta durissime. Le ripercussioni del conflitto, infatti, non si limitarono esclusivamente alla perdita di vite (quasi 10.000.000 di caduti più il doppio tra feriti e mutilati) e alla distruzione che lo stesso aveva generato, ma coinvolsero tutta la società occidentale nella più grande esperienza di massa della storia dell'umanità.

Primo Presidente della Repubblica italiana, nel 1948 promulgò la Costituzione. Chi era e quanto durò il suo mandato
Sono passati settant'anni. Correva il 1948, e l'Italia era appena uscita da un conflitto tanto crudele quanto sanguinoso. L'Europa si leccava le ferite e i paesi coinvolti nella seconda guerra mondiale si stavano avviando a compiere una lenta ma decisa ricostruzione.

Pagina 4 di 104

Ricevi la newsletter

Iscriviti

Rimani aggiornato sulle attività del centro, sui cicli di formazione, i seminari e le ultime iniziative. Inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica già registrato e cliccando sul tasto cancella è invece possibile cancellare rapidamente la propria iscrizione.