CDC - Centro di Documentazione e Studi dei Comuni Italiani

La diffusione dei caselli autostradali nei Comuni italiani - Scheda n.35

La diffusione dei caselli autostradali permette di comprendere la capillarizzazione delle autostrade italiane nei territori dei comuni italiani. Sono 573 le amministrazioni che hanno nel proprio territorio un casello autostradale, un valore pari al 7,1% dei comuni complessivi. Le percentuali più elevate rispetto al totale dei comuni regionali si osservano nelle amministrazioni della Sicilia (17,7%) e del Friuli-Venezia Giulia (15,3%). Al contrario, fatta eccezione per i comuni sardi, dove non sono presenti tratti autostradali, il valore più contenuto si registra nelle amministrazioni molisane, dove solo 2 realtà locali, ossia l'1,5% del totale regionale, hanno un casello autostradale nel proprio territorio.

Nelle 573 amministrazioni coinvolte si contano complessivamente 737 caselli autostradali. Rispetto al totale, percentuali superiori al 10% si rilevano nei comuni siciliani (11,8%) e piemontesi (11,4%). I dati minimi, escludendo sempre il caso sardo, si individuano nelle amministrazioni della Valle d'Aosta (1,2%) e del Molise, dove la percentuale è inferiore all'1%, attestandosi sullo 0,3%.

I comuni più numerosi (134), serviti da caselli autostradali, hanno una popolazione compresa tra 20.000 e 59.999, per una percentuale di comuni coinvolti pari al 32,8% del totale della amministrazioni appartenenti a questa taglia demografica. Le percentuali più contenute, inferiori alla media nazionale (7,1%), si osservano nei comuni con meno di 5.000 abitanti; mentre in tutte le 12 grandi città italiane è presente almeno un casello autostradale.
Dei 737 caselli distribuiti su tutto il territorio nazionale, oltre la metà (57,2%) è concentrato nei comuni con una popolazione compresa tra 10.000 e 249.999 abitanti. Le percentuali più contenute si trovano nelle due classi estreme: il 4,5% nei piccoli comuni con meno di 2.000 abitanti, il 6,9% nelle 12 città con più di 250.000 residenti.
Dalla rappresentazione cartografica emerge una diffusione eterogenea tra nord e sud: nelle amministrazioni settentrionali la presenza di caselli autostradali è più capillare, con una particolare concentrazione nelle realtà locali dell'Emilia-Romagna; al centro-sud, invece, si alternano zone ad alta concentrazione in corrispondenza delle amministrazioni più popolose, ad altre in cui i caselli autostradali sono meno diffusi, come in gran parte delle amministrazioni molisane e lucane, o del tutto assenti, come nei comuni sardi.

Ultima modifica il Martedì, 01 Luglio 2014 11:04
Home Comuni analytics Numeri e territori La diffusione dei caselli autostradali nei Comuni italiani - Scheda n.35

Ricevi la newsletter

Iscriviti

Rimani aggiornato sulle attività del centro, sui cicli di formazione, i seminari e le ultime iniziative. Inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica già registrato e cliccando sul tasto cancella è invece possibile cancellare rapidamente la propria iscrizione.