CDC - Centro di Documentazione e Studi dei Comuni Italiani

I comuni di aree interne

I comuni di aree interne sono amministrazioni comunali che distano più di 20 minuti di percorrenza rispetto ad un polo che riveste il ruolo di centro di offerta di servizi fondamentali relativi all’istruzione, alla mobilità ed alla cura sanitaria. Il documento del Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica “Le aree interne: di quale territori parliamo? Nota esplicativa sul metodo di classificazione delle aree” afferma che “il carattere di centro di offerta di servizi è riservato solo ed esclusivamente a quei comuni, o aggregati di comuni confinanti, in grado di offrire simultaneamente tutta l’offerta scolastica secondaria; ospedali sedi di Dipartimenti di Emergenza ed Accettazione di I livello e stazioni ferroviarie Platinum, Gold o Silver”. All’interno dei centri sono stati fatti confluire i comuni di cintura, ossia le aree periurbane che distano meno di 20 minuti di percorrenza rispetto al più prossimo di uno dei poli suddetti. In via complementare sono aree interne i comuni che distano più di 20 minuti di percorrenza rispetto al polo ad essi più prossimo.

Aree interne - Definizione

Ultima modifica il Lunedì, 21 Ottobre 2013 19:32
Altro in questa categoria: « I comuni di aree interne

Ricevi la newsletter

Iscriviti

Rimani aggiornato sulle attività del centro, sui cicli di formazione, i seminari e le ultime iniziative. Inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica già registrato e cliccando sul tasto cancella è invece possibile cancellare rapidamente la propria iscrizione.