CDC - Centro di Documentazione e Studi dei Comuni Italiani

La legge n.56, pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 7 aprile 2014, prevede l'istituzione entro il 1° gennaio 2015 delle città metropolitane di Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Roma Capitale, Napoli, Bari e Reggio Calabria, che subentrano alle province omonime. Le nuove istituzioni metropolitane sono definite dall'art.1 comma 2 della legge come "enti territoriali di area vasta (...) con le seguenti finalità istituzionali generali: cura dello sviluppo strategico del territorio metropolitano; promozione e gestione integrata dei servizi, delle infrastrutture e delle reti di comunicazione di interesse della città metropolitana; cura delle relazioni istituzionali afferenti al proprio livello, ivi comprese quelle con le città e le aree metropolitane europee".

Pubblicato in Numeri e territori

È online il settimo Quaderno di Analisi della collana "i Comuni" dedicato alla riforma delle città metropolitane. La nuova pubblicazione, realizzata dal Prof. Pietro Barrera (Responsabile Generale del Piano per la formazione territoriale "Accademia per l'Autonomia" promosso da Ministero dell'Interno, ANCI-UPI) affronta il tema delle risorse – finanziarie, strumentali e soprattutto professionali – dei nuovi enti metropolitani.

Pubblicato in News

Quali sono le effettive risorse professionali messe a disposizione delle città metropolitane? Questo è il tema centrale del secondo webinar dedicato alla legge n.56/2014 organizzato dalla Fondazione IFEL, intitolato "Le energie delle città metropolitane: risorse professionali e organizzative". Il seminario online è in programma per il 20 novembre 2014 dalle 11:00 alle 12:45.

Pubblicato in News

"Città metropolitane. La lunga attesa". Questo è il titolo del volume di Walter Tortorella e Massimo Allulli, edito da Marsilio, da oggi acquistabile nei maggiori canali di distribuzione. Come si evince dal titolo, il libro è dedicato all'analisi delle aree metropolitane, un tema che ha assunto una certa rilevanza nelle agende politiche di diversi Paesi e che in Italia ha acquisito una nuova centralità con la proposta di riforma avviata nel luglio del 2013. Il processo di riforma deve tener conto di una complessità di aspetti che coinvolgono la governance metropolitana nelle sue dimensioni sociali, politiche ed economiche.

Pubblicato in News

"Città metropolitane in una prospettiva di sviluppo europea". È questo il titolo del seminario di approfondimento che si terrà oggii, giovedì  20 febbraio, a partire dalle ore 15.00 presso la Fondazione Brodolini, in via Barberini 50 a Roma.
L'appuntamento, organizzato in collaborazione con il Centro Interdipartimentale di Ricerca LUPT dell'Università Federico II di Napoli e con la collana di quaderni della rivista internazionale di cultura urbanistica TRIA edita dalle Edizioni Scientifiche Italiane, intende offrire un momento di riflessione e confronto sul tema del governo del territorio e della pianificazione di area vasta in una prospettiva di respiro internazionale, anche alla luce delle esperienze e delle evoluzioni della programmazione comunitaria.

Pubblicato in News

"La nuova geografia comunale – Dalle città metropolitane alle fusioni di comuni": è il V° quaderno realizzato dal Centro Documentazione e Studi Comuni Italiani ANCI-IFEL.

L'universo dei comuni italiani sta affrontando recentemente una ridefinizione dei propri confini, sia in senso strettamente amministrativo e territoriale, sia in termini di ruoli e responsabilità assunte. Tale fase di transizione è determinata dal combinarsi di due fenomeni: da un lato la forte spinta dei decisori pubblici nazionali a favore di politiche di riordino territoriale, tornate all'ordine del giorno dopo numerose proroghe e periodi di congelamento, dall'altro la pressione esercitata dall'Unione Europea in favore di un coinvolgimento diretto ed attivo delle città nell'utilizzo dei fondi comunitari per favorire lo sviluppo del Paese.

Pubblicato in News
Pagina 1 di 2
Home Visualizza articoli per tag: città metropolitane

Ricevi la newsletter

Iscriviti

Rimani aggiornato sulle attività del centro, sui cicli di formazione, i seminari e le ultime iniziative. Inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica già registrato e cliccando sul tasto cancella è invece possibile cancellare rapidamente la propria iscrizione.