CDC - Centro di Documentazione e Studi dei Comuni Italiani

Milano si presenta al mondo quest'anno più che mai, con l'Expo. Per l'occasione, una mostra alla Triennale, dal 27 gennaio al 22 febbraio, propone una riflessione sulla città, sulle sue trasformazioni, sulle occasioni mancate o i pericoli scampati; una sorta di analisi dell'inconscio architettonico e urbanistico da cui affiora un "rimosso". "Milano mai vista", a cura di Fulvio Irace e Gabriele Neri, racconta, infatti, attraverso un'ampia selezione di progetti irrealizzati, frutto di un'approfondita indagine storica e archivistica, ciò che il capoluogo lombardo sarebbe potuto essere.

Pubblicato in News

"Una soluzione che ci lascia soddisfatti, perché ci consente di non disperdere e mettere a frutto il lavoro svolto da tutte le città candidate a Capitale europea per la Cultura. Una soluzione che necessita però delle risorse adeguate per essere davvero utile, ed è questo che abbiamo chiesto e concordato con il ministro Franceschini, uno stanziamento ulteriore rispetto al milione messo a disposizione in prima battuta".

Pubblicato in News

Da un'analisi effettuata da Forum Pa per valutare come le amministrazioni delle nostre città utilizzino i social network per dialogare con i cittadini vediamo che tra i capoluoghi di provincia italiani Torino è primo in classifica per numero di followers, con oltre 82.000 twitt. Il capoluogo piemontese è anche uno dei primi comuni ad essersi iscritto, nel 2008, alla piattaforma in Rete. Al secondo posto, con uno stacco di circa 30.000 iscritti, seguono Milano e Roma quasi a pari merito, rispettivamente con 49.700 e 48.900 contatti. Subito dopo Napoli (35.500), Firenze (26.600) e Bologna (18.000). In rete i meno seguiti sono i comuni di Brindisi e Lecce, fermi a quota 300 contatti.

Pubblicato in News


Lo studio del Tom Tom Trafic Index 2014 , una delle ricerche più approfondite a livello mondiale del traffico nelle aree urbane ed extraurbane, ha rilevato come in 200 aree urbane di tutto il mondo vi sia un altissimo indice di congestionamento. In Europa il 2013 rivela un livello di traffico pari al 26%, tanto che nell'arco di 12 mesi i cittadini perdono ben 8 interi giorni fermi in coda. Secondo lo studio, a Palermo un pendolare in un anno rimane bloccato nel traffico per 87 ore complessive. Ma quali sono le misure che le metropoli possono adottare per arginare il problema? Sicuramente il maggiore utilizzo di mezzi pubblici, nonché quello delle auto e delle biciclette condivise. Ottimi i modelli di mobilità di Goteborg, Saragozza e Malmo, che insieme alla città svizzera di Berna e quella spagnola di Murcia, che dimostrano grande attenzione alla sostenibilità e un considerevole calo relativo all'inquinamento in virtù del minore utilizzo dei mezzi a motore privati.

Pubblicato in News

Sono molti i capoluoghi italiani che riservano aree pubbliche alla coltivazione di orti urbani condivisi. Secondo uno studio della Coldiretti sulla base dei dati Istat www.istat.it , sono stati raggiunti i 3,3 milioni di metri quadrati di terreno di proprietà comunale divisi in piccoli appezzamenti e quindi adibiti alla coltivazione ad uso domestico; le aree verdi condivise per la coltivazione di frutta e ortaggi sono triplicate rispetto al 2011 (erano 1,1 milioni di metri quadrati). E se nel 2013 a livello nazionale la metà delle amministrazioni comunali dei capoluoghi di provincia, ha messo a disposizione orti urbani per la cittadinanza, vi è, tuttavia, una forte polarizzazione regionale con la percentuale che va dall'81% delle città del Nord (oltre che a Torino, superfici significative sono dedicate a questo scopo anche a Bologna e Parma, entrambe intorno ai 155 mila metri quadrati), meno di due città capoluogo su tre al Centro Italia hanno orti urbani, mentre nel Mezzogiorno questi ultimi sono presenti solo a Napoli, Andria, Barletta, Palermo e Nuoro.

Pubblicato in News

In questa mappa, curata dal Centro Documentazione e Studi Comuni Italiani, sono state inserite le città da dove provengono i rappresentati della nazionale italiana di calcio al mondiale di Rio 2014. Roma, è il comune più rappresentato in questa speciale classifica.
Sono tre, infatti, i calciatori che provengono dalla capitale: De Rossi, Candreva e Aquilani.
Il Lazio è, invece, la regione italiana che gode della maggiore rappresentanza con i suoi sei giocatori. Oltre ai citati giocatori, provenienti dalla città eterna, vi sono Bonucci, Perin e Cerci. In questa speciale classifica la piazza d'onore spetta alla Lombardia con quattro giocatori (Darmian, Parolo, De Sciglio e Pirlo) e la Campania con tre atleti (Insigne, Abate e Immobile).

Pubblicato in News
Pagina 1 di 3
Home Visualizza articoli per tag: città

Ricevi la newsletter

Iscriviti

Rimani aggiornato sulle attività del centro, sui cicli di formazione, i seminari e le ultime iniziative. Inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica già registrato e cliccando sul tasto cancella è invece possibile cancellare rapidamente la propria iscrizione.