CDC - Centro di Documentazione e Studi dei Comuni Italiani

Sulla Gazzetta europea del 6 agosto sono state pubblicate tre gare che rientrano nell'attuazione del Grande progetto Centro storico di Napoli – valorizzazione del sito Unesco. I bandi, del valore complessivo di 30 milioni di euro, sono rivolti alla riqualificazione urbana (impianti fognari, strade e arredo urbano) di gran parte delle strade dei decumani e degli assi trasversali del Centro storico partenopeo.

Pubblicato in News

E' partita il 1 maggio la XX edizione del Maggio dei Monumenti che accompagnerà la città di Napoli fino all'1 giugno. Il focus dell'evento 2014 è "Storie e leggende napoletane", ispirate dall'omonimo testo di Benedetto Croce, per un ricco programma composto di conferenze, reading e visite guidate.

Pubblicato in News

Il percorso di ricapitalizzazione del Teatro San Carlo di Napoli da parte dell'amministrazione comunale sarà concluso entro quest'anno. A dirlo è il sindaco del capoluogo campano e presidente della Fondazione San Carlo, Luigi de Magistris, a margine della Commissione Cultura del Consiglio comunale, convocata la scorsa settimana per discutere della situazione del Massimo partenopeo.

Pubblicato in News

La storia del comune di Napoli ha origini molto antiche ed è ricca di importanti avvenimenti. Nel corso dei secoli, la città partenopea è stata governata dalle più importanti dinastie europee e ha svolto un ruolo di fondamentale importanza con la successiva Unità del Paese. Eventi che hanno lasciato il segno e che possono essere conosciuti e studiati grazie al grande lavoro svolto dall'Archivio comunale di Napoli. Sebbene le prime tracce di raccolta di materiale relativo alla municipalità napoletana risalgano al Quattrocento, solo recentemente l'Archivio storico ha ottenuto un riconoscimento che gli consente di recuperare l'enorme patrimonio documentale prodotto nella città. L'incessante lavoro è frutto dell'impegno dei responsabili dell'Archivio che, in una breve intervista, ci hanno raccontato alcuni particolari interessanti riguardanti l'Archivio storico municipale di Napoli.

Pubblicato in News

La circolare di convocazione per il Convegno dei Comuni italiani che si tenne a Napoli dal 24 al 26 ottobre del 1950, menzionava (fig. 1950 – Napoli a) i temi di riforma che sarebbero stati trattati:
sulla legge comunale e provinciale, trattata nella prima commissione, con la relazione del prof. Massimo Severo Giannini, che portò alla proposta di istituzione - presso il Ministero dell'Interno - del Consiglio Superiore degli Enti autarchici territoriali;
sull'assistenza sanitaria, trattata nella seconda commissione, con la relazione dell'avv. Raffaele Fiorentino, sindaco di Sant'Agnello di Sorrento, che si concretizzò nell'invito allo Stato di assumersi le spese relative all'igiene pubblica, lasciando quelle relative all'assistenza sanitaria a carico dei comuni;
sulla finanza locale, trattata nella terza commissione, con la relazione del prof. Achille Guerra, che produsse il pieno appoggio alle proposte allora in discussione in sede legislativa in vista dell'autosufficienza finanziaria dei comuni;
sulla municipalizzazione dei pubblici servizi, trattata nella quarta commissione, con la relazione dell'avv. Maria Caldara, assessore del Comune di Milano, che portò alla costituzione presso l'ANCI di una commissione apposita che analizzasse e valutasse gli effetti del conferimento della personalità giuridica alle aziende municipalizzate.
I lavori si protrassero per tre giorni nella sede suggestiva della Sala dei Baroni a Castelnuovo e vennero inframezzate (fig. 1950 – Napoli b) dalla visita al Palazzo Reale di Napoli, dal Concerto al Teatro San Carlo e, a chiusura del convegno, dal ricevimento al Circolo della Stampa.

Archivio storico dell'ANCI, Archivio Speciale, busta 007, fasc. 1, cc. 1-4

Pubblicato in Fotostorie
Home Visualizza articoli per tag: Napoli

Ricevi la newsletter

Iscriviti

Rimani aggiornato sulle attività del centro, sui cicli di formazione, i seminari e le ultime iniziative. Inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica già registrato e cliccando sul tasto cancella è invece possibile cancellare rapidamente la propria iscrizione.