CDC - Centro di Documentazione e Studi dei Comuni Italiani

Archivio storico

Archivio storico

La sezione de L’Archivio Storico racchiude al suo interno tre importanti settori della memoria municipale. L’archivio storico Anci, ancora in corso di censimento ed inventariazione, riunisce un patrimonio di alcune migliaia di fascicoli. Al lavoro di ricostruzione storica della vita associativa e degli Enti Locali sono dedicate “La nostra storia” e “Fotostorie”: due forme diverse, ma ugualmente utili per raccontare una lunga storia attraverso fatti, documenti ed immagini.

Un ricordo che si rinnova quotidianamente attraverso l'opera di sindaci, assessori, consiglieri e quanti in ogni municipalità guardano all'Associazione come a una rete che accomuna migliaia di realtà, e attraverso la quale esprimere la propria voce.

L'Assemblea generale dei Comuni aderenti all'Anci, che si tenne in Campidoglio dal 25 al 28 giugno 1949, fu la prima indetta dopo la ricostituzione del 1946.
L'Ordine del giorno accluso riguardava gli argomenti seguenti: rendiconto morale e finanziario dell'Associazione (il primo) presentato dal segretario Renato Vicard; nuovo statuto, verifica ed elezione degli Organi direttivi; l'autonomia comunale e la regione (relazione di Massimo Severo Giannini); provvedimenti per la finanza comunale (relazione di Achille Guerra); emolumenti ai sindaci e agli amministratori (Renato Malinverno); fissazione dei minimi di retribuzione ai dipendenti comunali (Achille Guerra); stato giuridico dei segretari comunali (Adolfo Quinteri).

La folta delegazione italiana che partecipò alla nona sessione plenaria della Conferenza europea delle autorità locali del Consiglio d'Europa (Strasburgo, dal 25 al 29 settembre 1972), doveva rappresentare ad un tempo le principali istituzioni che raggruppavano le realtà municipali, fossero esse associazioni (Anci, Upi e Aicce) ovvero le regioni, di recente istituzione, nel contempo tenendo conto accuratamente degli equilibri politici nazionali.
Il documento dattiloscritto (n. 13) con chiose ed annotazioni a penna manoscritte è lo schema preparatorio agli elenchi dei membri effettivi e supplenti della delegazione italiana, stilato basandosi sulle funzioni ed appartenenze politiche dei singoli delegati. In basso a sinistra è da notare la nota manoscritta che illustra il conteggio totale della rappresentanza politica.
Gli altri due documenti dattiloscritti (nn. 12 e 14) sono le prime bozze degli elenchi dattiloscritti dei delegati italiani, distinti in membri effettivi e supplenti.
Archivio Storico dell'Anci, Busta 108, fascicolo 1-I, ud 12, 13, 14.

La nona sessione plenaria della Conferenza europea delle autorità locali del Consiglio d'Europa si svolse a Strasburgo, il 25 – 29 settembre 1972. I testi adottati dalla conferenza riguardarono le risoluzioni (nn 69-75), relative alla creazione di una Agenzia europea interurbana per lo scambio di esperienze ed informazioni (69), alla funzione delle autorità locali nel campo della gestione e protezione ambientale (70) e alla loro azione nell'Anno europeo del Patrimonio architettonico 1975 (71);

La seduta del Comitato esecutivo dell'Anci si tenne in Campidoglio il 10 luglio alle ore 19,00 e riguardò soprattutto l'organizzazione del XII congresso dell'Union Internationale des Villes et Pouvoirs Locaux e la nomina di due rappresentanti dell'Anci nella Commissione europea dell'UIV, istituitasi nel Congresso di Vienna tenutosi l'anno precedente, decisione questa che venne rimandata alla riunione seguente.

Inoltre viene resa nota la decorazione della medaglia d'oro concessa dalla Federazione Italiana contro la Tubercolosi all'Associazione in riconoscimento della collaborazione fornita alle campagne antitubercolari del 1951 e del 1952 e consegnata in Campidoglio nelle mani dell'ing. Rebecchini, presidente dell'Anci.
Archivio storico dell'ANCI, Archivio Speciale, serie 004, fasc. 2, ud 20

Il 1975 fu dichiarato "Anno europeo del patrimonio architettonico" e fu istituito il relativo Comitato nazionale italiano presieduto dall'on. Pietro Bucalossi, allora ministro dei Lavori pubblici. Questo Ministero promosse il Convegno nazionale sui centri storici, che si tenne a Roma, presso la Sala conferenze della Biblioteca Nazionale "Vittorio Emanuele II" dal 15 al 20 dicembre 1975, organizzato dal Comitato Nazionale Italiano per l'anno europeo del patrimonio architettonico.
Nell'ambito del convegno furono presentati otto temi: "La politica degli enti locali nei confronti dei centri storici", con la relazione di Leonardo Benevolo; "L'intervento privato nella riqualificazione dei centri storici", relazione di Carlo Odorisio; "Intervento pubblico nel rinnovo urbano dei centri storici", relazione di Edmondo Cossu; "Aspetti legislativi, normativi e giurisprudenziali per la riqualificazione dei centri storici", relazione di Feliciano Benvenuti; "Comparazione e valutazione dei programmi di intervento delle realizzazioni esemplari", relazione di Vincenzo di Gioia; "Prospettive del C.E.R. (Comitato per l'Edilizia Residenziale) per gli interventi operativi nei centri storici", relazione di Sergio Bonamico; "Regioni: ruolo e prospettive di intervento per la riqualificazione dei Centri Storici", documento delle Regioni Campania, Emilia Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Marche, Piemonte e Umbria; "Dibattito sui metodi di insegnamento universitario per la riqualificazione dei centri storici", relazione di Renato Bonelli.
Le otto relazioni del convegno non videro mai la stampa, ma la loro bozza, accompagnata da sette allegati è presente nell'Archivio Storico all'interno di una copertina recante la scritta "materiali per la stampa".
Archivio Storico dell'Anci, Archivio Speciale, Busta 168, fascicolo 4, cc. 76-93.

Nel corso dei lavori della XXI Conferenza del traffico e della circolazione che si tenne a Stresa dal 24 al 26 settembre del 1964, fu distribuito un fascicolo, estratto dalla rivista Strade e Traffico (n. 126 dell'agosto 1964), contenente lo studio dell'ing. Fernando Cecilia intitolato "Le grandi possibilità espressive in funzione segnaletica degli inerti sintetici chiari".

Home L'archivio storico

Ricevi la newsletter

Iscriviti

Rimani aggiornato sulle attività del centro, sui cicli di formazione, i seminari e le ultime iniziative. Inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica già registrato e cliccando sul tasto cancella è invece possibile cancellare rapidamente la propria iscrizione.