CDC - Centro di Documentazione e Studi dei Comuni Italiani

Archivio storico

Archivio storico

La sezione de L’Archivio Storico racchiude al suo interno tre importanti settori della memoria municipale. L’archivio storico Anci, ancora in corso di censimento ed inventariazione, riunisce un patrimonio di alcune migliaia di fascicoli. Al lavoro di ricostruzione storica della vita associativa e degli Enti Locali sono dedicate “La nostra storia” e “Fotostorie”: due forme diverse, ma ugualmente utili per raccontare una lunga storia attraverso fatti, documenti ed immagini.

Un ricordo che si rinnova quotidianamente attraverso l'opera di sindaci, assessori, consiglieri e quanti in ogni municipalità guardano all'Associazione come a una rete che accomuna migliaia di realtà, e attraverso la quale esprimere la propria voce.

Dal 28 al 31 marzo 1957 si tenne a Palermo la Terza assemblea generale dei comuni italiani, che vide la nomina dell'ottavo presidente Anci Umberto Tupini, sindaco di Roma dal 1956 al 1958, e del nuovo segretario generale, nella figura di Giovanni Santo che subentrò a Renato Vicard. L'archivio dell'Anci fino ad allora sito presso l'abitazione di Renato Vicard viene in tal modo rilevato e riorganizzato, per essere poi trasferito nella Segreteria generale a via Farini 40.

L'Istituto per la pianificazione economica e territoriale (IPET) venne fondato negli anni '60 da Marinello Marinelli collaboratore del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, nonché della Cassa per il Mezzogiorno, che partecipò nel 1962 ai lavori della prima fase costituente della Comunità Economica Europea, curando diverse pubblicazioni sulla programmazione economica europea e nazionale nei paesi membri, occupandosi specialisticamente di urbanistica e di pianificazione territoriale.

La Nona Assemblea congressuale dei comuni italiani fu tenuta dall'Anci a Padova, dal 15 al 16 ottobre 1986, ed ebbe come titolo "La riforma del comune: dalla parte dei cittadini per uno stato rinnovato".

Fu la prima assemblea ad avere la denominazione "congressuale" (che sostituì quella "generale") rimanendo il medesimo ordine numerico e la cadenza quinquennale.

Nel 1982 dal 28 al 31 gennaio si era tenuta a Palermo l'Ottava Assemblea generale dei comuni italiani. Al termine dei lavori era stato eletto nuovo presidente il senatore democristiano Riccardo Triglia, sindaco di Coniolo (Alessandria). Si era anche stabilita l'istituzione di consulte nazionali su temi fino ad allora oggetto solo di gruppi di lavoro in occasioni assembleari.

Il 20 marzo del 1992 si tenne a Torino, organizzato dalla Fondazione Giovanni Agnelli il seminario internazionale dal titolo "Espandere il centro: città capitali, sistema urbano e decentramento funzionale nel dibattito e nelle politiche di Francia, Germania e Gran Bretagna"
Del seminario furono prodotti i testi provvisori di tre interventi: "The Decentralisation of Central Government Functions from Capit Cities: the Case of Great Britain", di J. Neill Marshall; "Fonctions urbaines, décentralisation et Aménagement du territoire, l'expèrience Française", di Patrice Melé e "Deconcentration of Functions from Capital Cities: the Case of Germany", di Kalus R. Kunzmann.

La IV Assemblea generale dei comuni italiani, organizzata dall'Anci, si tenne a Venezia (12 - 15 ottobre 1961), ed ebbe come titolo "Le autonomie locali in una politica di sviluppo".

Qui è riprodotto il fitto programma dei lavori che prevedeva una seduta inaugurale, tre sedute plenarie, due giornate (il 14 e il 15 ottobre) dedicate ai gruppi di lavoro ed una seduta di chiusura.

Home L'archivio storico

Ricevi la newsletter

Iscriviti

Rimani aggiornato sulle attività del centro, sui cicli di formazione, i seminari e le ultime iniziative. Inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica già registrato e cliccando sul tasto cancella è invece possibile cancellare rapidamente la propria iscrizione.