CDC - Centro di Documentazione e Studi dei Comuni Italiani

Il Consiglio d'Europa, 1963 - La défense et mise en valeur des site set ensembles historiques ou artistiques

Libro in lingua francese, a cura del Consiglio d'Europa, "La tutela e la valorizzazione dei siti e dei complessi storico-artistici" (titolo originale La défense et mise en valeur des site set ensembles historiques ou artistiques), pubblicato nel 1963.
Questo libro, conservato nell'Archivio storico dell'ANCI e da poco trasferito nella Biblioteca dei Comuni, inizia con il paragrafo "Un patrimonio culturale minacciato" a giustificazione del titolo (pp. 7-9), per proseguire con la parte "Verso un'azione di tutela sistematica" (Vers une action systématique de sauvegarde, pp. 10-18), dove viene dato il resoconto dei piani nazionali dei tre paesi (Italia, Francia e Gran Bretagna) visitati dalla commissione europea, finendo con l'esempio di Venezia.


Nel capitolo "L'iniziativa del Consiglio d'Europa" (L'initiative du Conseil de l'Europe, pp. 19-22) vengono descritti gli orientamenti che iniziavano a delinearsi a livello europeo in materia di tutela della natura e del territorio grazie anche all'apporto dell'UNESCO.
Il capitolo "I dati fondamentali del problema" (pp. 23-29)è dedicato all'analisi della terminologia impiegata nelle principali lingue europee, delle dottrine sottese ai piani di intervento, della scala di applicazione nonché degli aspetti giuridici, sociali e finanziari di tali interventi di tutela, della loro ricaduta culturale, dei rapporti con gli enti locali e con le organizzazioni non governative.
Segue la parte dedicata a "un piano di azione" (pp. 31-36), per finire con le "raccomandazioni" del consiglio europeo dedicate all'argomento, ossia la 365 (p. 38), la 366 sul progetto pilota su un quartiere storico di Venezia (p. 39), la 249 e la direttiva 216 relativa alla nascita di una Fondazione europea delle organizzazioni nazionali dedicate alla tutela e alla valorizzazione dei siti e dei complessi storico-artistici.
Nel capitolo "Pericoli e rimedi" (pp. 41-48), una nota del prof. Beerli evidenzia quegli scenari possibili che accompagnano lo sviluppo del turismo culturale e le sue connotazioni, accanto alle consezioni moderne dell'arte nei confronti della nuova protagonista dei nostri tempi: la macchina.
A ciò segue il testo della raccomandazione dell'UNESCO riguardo la tutela della bellezza paesaggistica dei siti (pp. 49-53), e l'illustrazione di un'azione possibile basata su tale raccomandazione (pp. 54-59). Tra gli interventi conclusivi, sono da segnalare la Dichiarazione finale della conferenza nazionale sulla tutela e il risanamento dei centri storici, tenutasi a Gubbio nel 1960 (pp. 62- 64) e la consorella ipotesi ricostruttiva dei centri città, avanzata come conclusione della conferenza del Civic Trust tenuta a Londra nel 1960 (pp. 73-79).

Ultima modifica il Giovedì, 20 Giugno 2013 16:59
Home L'archivio storico Separatore sezioni archivio La nostra storia Il Consiglio d'Europa, 1963 - La défense et mise en valeur des site set ensembles historiques ou artistiques

Ricevi la newsletter

Iscriviti

Rimani aggiornato sulle attività del centro, sui cicli di formazione, i seminari e le ultime iniziative. Inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica già registrato e cliccando sul tasto cancella è invece possibile cancellare rapidamente la propria iscrizione.