CDC - Centro di Documentazione e Studi dei Comuni Italiani

Fotostorie

Fotostorie

Un’istantanea indelebile  che evidenza  un frammento di vita degli Enti Locali.

Nell'ambito della V Assemblea generale dei comuni italiani che si tiene a Salerno (dal 13 al 16 ottobre 1966), viene preso in esame il tema "Le autonomie locali nella programmazione economica e nello sviluppo democratico della società nazionale".
Nell'ambito dei rapporti associativi, quelli con l'International Union of Local Authorities (IULA) avevano avuto un pieno sviluppo negli anni precedenti, al punto che nel 1963 una delegazione dell'Anci aveva preso parte al 14° congresso annuali della IULA a Bruxelles, dove aveva presentato una relazione sullo sviluppo dell'autonomia comunale italiana.
In questa telegramma (datato 10 ottobre 1966), il presidente della IULA, Mr. Antoon Spinoy (Burgomaster di Mechlin, in Belgio) augura la piena riuscita dell'assemblea con il lavoro degli amministratori che possa riuscire a "rinforzare la partecipazione delle città e dei comuni alla vita democratica, politica ed economica del vostro paese, nel quale i comuni testimoniano un'esperienza amministrativa illustre nobilitata dai secoli".

Archivio Storico dell'Anci, Archivio Speciale, serie 506, fascicolo 6, c. 181.

Presso l'Hotel Royal di Viareggio, viene indetto dall'Anci un Convegno nazionale sulla riforma tributaria, che vede la partecipazione dei rappresentanti dei Comuni, delle Provincie e Regioni d'Italia. Nei tre giorni, il convegno vede succedersi la relazione del prof. Sergio Vinciguerra (assessore agli affari legali ed ai tributi della città di Torino) dall'omonimo titolo del convegno, la quale suscita un ampio e appassionato dibattito - cui prendono parte, tra gli altri, l'on. Giuseppe Bufardeci (vice-presidente dell'AICCE), Giuseppe Piazzoni (segretario generale UNCEM), Gian Franco Crespi (assessore ai tributi del comune di Milano) -, la comunicazione del dott. Vincenzo Fondacaro sull'automazione delle procedure amministrative precede delle dimostrazioni di certificazione anagrafica in collegamento con il Comune di Bologna, tramite un terminale IBM 2740 unito telefonicamente, infine la mozione conclusiva.
Il resoconto completo del convegno apparve sulla rivista Nuova Rassegna di legislazione, dottrina e giurisprudenza, anno 27, n. 9-10 (Firenze 1-16 maggio 1971), pp. 914-1046.
L'opuscolo qui ritratto, fatto realizzare dall'Anci, illustra il programma del convegno assieme al regolamento di partecipazione, ed include la scheda di adesione.
ANCI, Archivio Storico, AS 292/40/S, c. 308

Alla fine del 1966, in occasione dei preparativi per la  Conferenza dell’UIV, sulle “Nuove strutture delle collettività locali”, che si sarebbe tenuta a Stoccolma dal 26 al 29 settembre del 1967, all’Anci fu assegnato il compito di rispondere ad un questionario che potesse servire da traccia per redigere un rapporto nazionale sulla situazione delle comunità locali; il lavoro, in lingua francese, venne inviato qualche giorno prima dell’inizio dei lavori e constava di 4 capitoli per un totale di 66 pagine.

Contemporaneamente, l’Anci si fece carico anche del coordinamento di tutti i partecipanti italiani, e per l’occasione redasse ed inviò l’opuscolo pieghevole qui riprodotto.

La delegazione italiana arrivò a contare 27 membri, tra i quali, oltre i membri del comitato esecutivo dell’Anci,  vi era il deputato on. Gian Aldo Arnaud,  i sindaci di Catanzaro (Francesco Pucci), Genova (Augusto Pedullà)e Taranto (Angelo Vincenzo Curci), il presidente della Giunta regionale della Val d’Aosta (Cesare Bionaz), i segretari generali dell’UPI (Camillo Moser) e dell’UNCEM (Giuseppe Piazzoni).

Il programma del Primo Congresso dell'Associazione dei Comuni Italiani che si svolse a Parma dal 17 al 20 ottobre 1901. In quest'occasione, nel corso della giornata inaugurale, furono eletti il primo presidente, Giuseppe Mussi, e il primo segretario generale, Emilio Caldara. 

Per gentile concessione dell'Archivio storico comunale di Parma.

Nell'ambito della XXIII Conferenza del traffico e della circolazione, che si tenne a Stresa dal 22 al 25 settembre del 1966, fu premiato un vigile urbano. Il Comitato esecutivo della conferenza aveva difatti deliberato l'11 maggio del 1966 di offrire una medaglia d'oro di benemerenza ad un vigile urbano e aveva subito chiesto la collaborazione dell'Anci.
Alla circolare che l'associazione diramò, in data 30 maggio, risposero con documentazione segnalando casi virtuosi oltre una decina di comuni, tra i quali spiccava la proposta del Comune di Bergamo (datata 14 giugno 1966) riguardante la figura del vigile motociclista Pierantonio Gotti; egli era deceduto a 32 anni, dopo aver collezionato numerosi encomi e premi, la sera del 10 settembre 1965, durante l'effettuazione di rilievi metrici del teatro di un incidente stradale.
L'Anci aveva inviato la documentazione al Comitato esecutivo della Conferenza in data 7 settembre, accompagnandola con una richiesta di "attenzione sul nominativo indicato dal Comune di Bergamo".
In questa lettera di risposta del Comitato esecutivo della conferenza (datata 17 settembre 1966), il presidente Giovanni Canestrini annuncia la decisione di assegnare la suddetta medaglia d'oro di benemerenza alla memoria del vigile Pierantonio Gotti, in accordo con quanto suggerito dall'Anci.

Archivio Storico dell'Anci, Archivio Speciale, busta 201, fascicolo 1H, c. 136.

Dopo la ricostituzione nel 1946, la sede ufficiale dell'ANCI viene ospitata al Campidoglio, sotto gli auspici del principe Andrea Filippo Doria Panphilj, sindaco di Roma, mentre il segretario generale Renato Vicard, concede l'indirizzo della propria abitazione a Roma - in via Napoleone III, n. 6 - come prima sede legale della ricostituita Associazione. Dopo una decina di anni, causa anche l'avvicendamento della segreteria, che passa dal 1957 a Giovanni Santo, si ha il trasferimento in via Farini n. 40.
Questo documento, un telegramma proveniente da Pistoia datato sul recto 30 maggio 1960, contiene sul verso un'annotazione del postino che testimonia l'appena avvenuto trasferimento della sede dell'ANCI in via Farini.

Archivio Storico dell'ANCI, Archivio Speciale, fasc. 315/10/S, c. 11.

Home L'archivio storico Separatore sezioni archivio Fotostorie

Ricevi la newsletter

Iscriviti

Rimani aggiornato sulle attività del centro, sui cicli di formazione, i seminari e le ultime iniziative. Inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica già registrato e cliccando sul tasto cancella è invece possibile cancellare rapidamente la propria iscrizione.