CDC - Centro di Documentazione e Studi dei Comuni Italiani

Fotostorie

Fotostorie

Un’istantanea indelebile  che evidenza  un frammento di vita degli Enti Locali.

Dal 23 al 27 febbraio 1963 si tenne a Roma la Conferenza nazionale dell'Edilizia, organizzata dall'Istituto Nazionale di Architettura, sotto il patronato del Consiglio superiore dei lavori pubblici.
La Conferenza, che vide la partecipazione dell'Anci, rappresentò un evento contrassegnato dalla sinergia di settori dell'amministrazione pubblica e di istituzioni finanziarie, culturali e di ricerca.

La bandiera dell'Europa fu adottata ufficialmente dal Comitato dei ministri d'Europa l'8 dicembre 1955, dietro raccomandazione dell'Assemblea consultiva all'unanimità. Essa consiste di un cerchio di dodici stelle d'oro a cinque raggi su campo azzurro, con le stelle che non si toccano tra loro.

La "Giornata dell'Europa" venne istituita il 31 ottobre 1964 dal Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa, con la raccomandazione di essere celebrata il 5 maggio, data della creazione del Consiglio d'Europa.
La quindicesima edizione, che si svolse nel maggio del 1979 coincideva con il trentesimo anniversario del Consiglio d'Europa, ebbe come slogan "L'Europa dà i suoi frutti".
A quell'epoca l'unione europea contava 21 stati membri per un totale di 380 milioni di abitanti.

L'Assemblea generale dei Comuni aderenti all'Anci, che si tenne in Campidoglio dal 25 al 28 giugno 1949, fu la prima indetta dopo la ricostituzione del 1946.
L'Ordine del giorno accluso riguardava gli argomenti seguenti: rendiconto morale e finanziario dell'Associazione (il primo) presentato dal segretario Renato Vicard; nuovo statuto, verifica ed elezione degli Organi direttivi; l'autonomia comunale e la regione (relazione di Massimo Severo Giannini); provvedimenti per la finanza comunale (relazione di Achille Guerra); emolumenti ai sindaci e agli amministratori (Renato Malinverno); fissazione dei minimi di retribuzione ai dipendenti comunali (Achille Guerra); stato giuridico dei segretari comunali (Adolfo Quinteri).

La folta delegazione italiana che partecipò alla nona sessione plenaria della Conferenza europea delle autorità locali del Consiglio d'Europa (Strasburgo, dal 25 al 29 settembre 1972), doveva rappresentare ad un tempo le principali istituzioni che raggruppavano le realtà municipali, fossero esse associazioni (Anci, Upi e Aicce) ovvero le regioni, di recente istituzione, nel contempo tenendo conto accuratamente degli equilibri politici nazionali.
Il documento dattiloscritto (n. 13) con chiose ed annotazioni a penna manoscritte è lo schema preparatorio agli elenchi dei membri effettivi e supplenti della delegazione italiana, stilato basandosi sulle funzioni ed appartenenze politiche dei singoli delegati. In basso a sinistra è da notare la nota manoscritta che illustra il conteggio totale della rappresentanza politica.
Gli altri due documenti dattiloscritti (nn. 12 e 14) sono le prime bozze degli elenchi dattiloscritti dei delegati italiani, distinti in membri effettivi e supplenti.
Archivio Storico dell'Anci, Busta 108, fascicolo 1-I, ud 12, 13, 14.

La nona sessione plenaria della Conferenza europea delle autorità locali del Consiglio d'Europa si svolse a Strasburgo, il 25 – 29 settembre 1972. I testi adottati dalla conferenza riguardarono le risoluzioni (nn 69-75), relative alla creazione di una Agenzia europea interurbana per lo scambio di esperienze ed informazioni (69), alla funzione delle autorità locali nel campo della gestione e protezione ambientale (70) e alla loro azione nell'Anno europeo del Patrimonio architettonico 1975 (71);

Home L'archivio storico Separatore sezioni archivio Fotostorie

Ricevi la newsletter

Iscriviti

Rimani aggiornato sulle attività del centro, sui cicli di formazione, i seminari e le ultime iniziative. Inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica già registrato e cliccando sul tasto cancella è invece possibile cancellare rapidamente la propria iscrizione.