Stampa questa pagina

5 maggio 1979 - La giornata europea

La "Giornata dell'Europa" venne istituita il 31 ottobre 1964 dal Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa, con la raccomandazione di essere celebrata il 5 maggio, data della creazione del Consiglio d'Europa.
La quindicesima edizione, che si svolse nel maggio del 1979 coincideva con il trentesimo anniversario del Consiglio d'Europa, ebbe come slogan "L'Europa dà i suoi frutti".
A quell'epoca l'unione europea contava 21 stati membri per un totale di 380 milioni di abitanti.


In occasione del 5 maggio era consigliato "mettere" a festa gli edifici pubblici con i colori dell'Europa ed organizzare diverse manifestazioni, tra le quali cerimonie di saluto alla bandiera europea, sfilata degli allievi delle scuole, inaugurazione di vie, piazze, scuole e monumenti dedicati all'Europa o ai suoi costruttori, come Robert Schuman, Winston Churchill, Alcide De Gasperi, ecc., cui si accompagnò in seguito anche la produzione di manifesti creati ad hoc, con i quali sensibilizzare l'opinione pubblica.
Il poster realizzato per l'occasione nel 1979 era accompagnato da una circolare esplicativa che ricordava la necessità dell'impegno attivo delle persone per una partecipazione effettiva al processo di formazione europeo: "Agire da europeo, ogni giorno, non vuol dire fare l'idealista, ma scegliere lucidamente una via realistica [...] L'Europa dà i suoi frutti – spetta a ciascuno di noi migliorare la raccolta".
Archivio Storico dell'Anci, Archivio Speciale, Busta 108, fascicolo 20/1, cc. 45-46.

Alessio Ditta