CDC - Centro di Documentazione e Studi dei Comuni Italiani

Cassa depositi e prestiti mobiliterà oltre 110 miliardi di euro di risorse proprie per la crescita economica e lo sviluppo sostenibile del Paese, attivando oltre 90 miliardi di risorse aggiuntive da investitori privati e altre istituzioni nazionali e sovranazionali. Il Consiglio di Amministrazione di Cassa depositi e prestiti ha approvato, il 5 dicembre, il nuovo Piano industriale per il triennio 2019-2021.

“Sulla legge di Bilancio abbiamo espresso un parere condizionato all’accoglimento degli emendamenti proposti dall’Anci, ad iniziare da quelli che fanno seguito all’accordo raggiunto la scorsa settimana in Conferenza Stato Città, e che andremo a sintetizzare in un apposito documento”.

Nella città partenopea il dibattito su trent’anni di politiche di coesione e di sviluppo dell’Unione Europea e sul futuro del prossimo ciclo di programmazione 2020-2027.

A questo punto viene da chiedersi come mai l’evento abbia scelto come sede di lancio proprio il capoluogo lombardo.  Semplice: la relazione tra il Comune di Milano e il Comune di Fermo nasce in occasione dell’Expo 2015 e si consolida sempre più quando nel recente passato, due anni fa per l’esattezza, le Marche sono state colpite dal sisma.

Dal banchetto allestito a Brescia dalla Fondazione Poliambulatorio, che ha raccolto oltre un migliaio di firme da domenica scorsa, fino ai Comuni Gardone Riviera a Capriano.

Palazzo Fabroni - Museo del Novecento e del Contemporaneo di Pistoia la mostra UMBERTO BUSCIONI | L'ANIMA SEGRETA DELLE COSE - realizzata dal Comune di Pistoia/Palazzo Fabroni con il sostegno determinante della Regione Toscana nell'ambito del progetto “Toscanaincontemporanea2018”, e con il contributo di Chianti Banca e della Fondazione Banca Alta Toscana, e curata da Gabi Scardi - aperta al pubblico fino al 27 gennaio 2019.

Il Centro per il libro e la lettura del Mibac ha comunicato oggi che si è conclusa la valutazione delle proposte progettuali inviate dai Comuni interessati a ricevere i contributi messi a disposizione dal bando" Città che legge 2018", iniziativa, elaborata in collaborazione con l'Anci, che intende promuovere e diffondere l’abitudine alla lettura attraverso un’azione coordinata delle varie strutture presenti sul territorio (biblioteche, librerie, scuole, Asl, etc.)

L’economia circolare in Italia si attesta oggi su qualcosa come 88 miliardi di fatturato, 22 miliardi di valore aggiunto (l’1,5% del valore nazionale). Cifre che possono essere rapportate a quelle del settore energetico o assimilabili a quelle del settore agricolo. Un ambito in crescita che impiega circa 580.000 lavoratori e che diviene ogni anno più competitivo.

"BORGHI E CITTÀ: IL PAESAGGIO DELLA BELLEZZA ITALIANA" è titolo della Lectio Magistralis che vede protagonista Vittorio Sgarbi, Sindaco di Sutri. L'evento si svolgerà mercoledì 28 novembre, alle ore 12, presso il Piccolo Auditorium "Aldo Moro" di Roma, in via di Campo Marzio 24. L'iniziativa è promossa dal Centro Documentazione e Studi dei Comuni Italiani (ANCI-IFEL), da Anci Lazio e dal Club de I Borghi più belli d'Italia, assieme alla rivista Borghi Magazine.

L’accordo raggiunto su uno schema di Dpcm stabilisce che vengano riclassificate come strade di interesse nazionale, e dunque tornino sotto la gestione Anas, 872,755 km di strade in Emilia Romagna, 1.075,606 km in Lombardia, 39,827 Km in Toscana e 725,278 Km in Veneto

 

“La manovra di bilancio migliora le regole finanziarie e sostiene gli investimenti, come dimostrano lo sblocco degli avanzi di bilancio e la conferma dell’accordo politico concluso con il governo per dare continuità al bando periferie, una nostra battaglia. Tuttavia espone a forti rischi gli equilibri di parte corrente: né riorganizza la fiscalità comunale, come chiediamo da tempo, né dà garanzie sugli effetti che la pace fiscale può provocare sui nostri bilanci.

 

Cremona è città di punta delle eccellenze alimentari italiane. La conferma giunge dai dati diffusi dal Centro di Ricerca per lo Sviluppo imprenditoriale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore (CERSI) che dimostrano che la punta di produzione più alta dell’agroalimentare italiano si trova a Cremona, cittadina lombarda che detiene una quota dell’11,3% 

Ricevi la newsletter

Iscriviti

Rimani aggiornato sulle attività del centro, sui cicli di formazione, i seminari e le ultime iniziative. Inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica già registrato e cliccando sul tasto cancella è invece possibile cancellare rapidamente la propria iscrizione.