CDC - Centro di Documentazione e Studi dei Comuni Italiani

 

di Walter Tortorella e Giorgia Marinuzzi

Con l'istituzione del comune di Corigliano-Rossano (prov. Cosenza), al 31 marzo 2018, il numero delle amministrazioni comunali scende a 7.954.

La Banca d'Italia ha presentato l'indagine sui redditi delle famiglie italiane aggiornato all'annualità 2016. La rilevazione dell'istituto di via Nazionale evidenzia che il reddito medio è cresciuto del 3,5% rispetto alla precedente osservazione, datata 2014. Fino alla data del 2014, infatti, per circa dieci anni si è registrata una continua decrescita del reddito delle famiglie italiane.

Pubblichiamo, in allegato, il numero 1/2018 della collana i "Quaderni" del Centro Documentazione Comuni Italiani dal titolo: "Spesa socio assistenziale dei Comuni Italiani".

Il Quaderno è stato curato e realizzato da Claudio Clini e Emanuele Ferrari per Fersanità Anci con il contributo della Fondazione IFEL.

 

 

Essendo un lettore compulsivo, difficilmente scrivo dei libri che leggo. Sarebbe impossibile trovare loro lo spazio sufficiente.

 Quella mattina, per la piccola comunità di Pietransieri, frazione di Roccaraso a pochi passi da L'Aquila, non fu una mattina come tutte le altre.

Pubblichiamo la Lectio magistralis, "La salute degli italiani: aspetti sociali e demografici", che il Presidente dell'Istat, Giorgio Alleva, ha svolto il 26 settembre del 2017, presso il Piccolo Auditorium Aldo Moro in Roma.

Sarà Parma la Capitale italiana della cultura del 2020. Secondo la giuria del Mibact Parma è l'esempio virtuoso di una progettazione territoriale di livello mista ad una capacità attrattiva senza eguali.

Si svolgerà sabato 17 febbraio 2018, presso il castello di Montecchio Emilia, la presentazione della ricerca "La spesa socio assistenziale dei comuni italiani" curata da Federsanità Anci in collaborazione con la Fondazione IFEL.

120 anni fa, in Italia, una delle crisi politiche e sociali più significative dell'età contemporanea. A MIlano gli episodi più gravi.

Prima del Natale, con una certa enfasi, l'allora Ministro del Tesoro Luigi Luzzatti aveva presentato i conti di fine anno 1897, ed era un bilancio apparentemente sano. Salvo un grosso taglio della spesa pubblica, alcuni decreti "salvabanche" (locuzione oggi molto in voga) e l'apposizione di una serie di tasse e dazi doganali non sostenibili, almeno per le fasce sociali più deboli.

Nel 2016, secondi i rilevamenti di Eurostat, il 41,2% delle persone vive nelle città, il 30.6% nei piccoli centri, e il restante 28,2% nelle aree rurali.

1703 : il progetto funse da modello per tutta Europa

In realtà, contrariamente al vecchio stereotipo secondo cui la Chiesa di Roma si trovò sistematicamente in antitesi con le istanze illuministe settecentesche, per diverse volte, si rivelò essere invece riformista, modernizzatrice e perfettamente allineata alle teorie fondate sul primato della ragione.

La Banca d'Italia ha appena pubblicato un working papers, in inglese, che analizza l'effetto economico della tramvia di Firenze. Il lavoro impostato dagli autori, Valeriia Budiakivska e Luca Casolaro, è partito dai limiti di ingorgo che le economie di agglomerazione urbana subiscono a causa della congestione tra centro e periferia, tra una suddetta zona e l'altra.

Ricevi la newsletter

Iscriviti

Rimani aggiornato sulle attività del centro, sui cicli di formazione, i seminari e le ultime iniziative. Inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica già registrato e cliccando sul tasto cancella è invece possibile cancellare rapidamente la propria iscrizione.