CDC - Centro di Documentazione e Studi dei Comuni Italiani

“Per il deposito nazionale delle scorie nucleari penso dobbiamo escludere zone come la Sardegna che comportino il passaggio del materiale attraverso il mare, con rischi ambientali inutilmente grandi”. Lo ha detto il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa (M5S), a margine di un convegno stamani alla Scuola Ufficiali dei Carabinieri a Roma.
 

I Comuni hanno ridotto le proprie spese amministrative di quasi il 6% fra il 2013 e il 2015, “segno di una decisa efficacia delle politiche di spending review e di fiscal compact”. E’ uno dei dati contenuti nel secondo Quaderno del Cnel dal titolo ”Le performance dei servizi comunali: i servizi amministrativi e sociali nelle Regioni a statuto ordinario” che misura i livelli di efficienza ed efficacia delle amministrazioni comunali delle Regioni a statuto ordinario, dopo la riforma Brunetta.
 

Secondo i termini del bando, i mezzi interessati dovranno essere essere immatricolati per la prima volta a nome della stessa impresa e dovranno avere un'alimentazione elettrica, ibrido elettrica/benzina (esclusivamente Full Hybrid o Hybrid Plug in) Euro 6; metano (mono o bifuel benzina) Euro 6 e Gpl (mono o bifuel benzina) Euro 6. Sono quindi esclusi i veicoli usati, a "chilometri zero" e acquistati in leasing a eccezione di quelli con obbligo di riscatto.

Gli effetti politici e sociologici di una tragedia senza precedenti

La guerra mondiale del '14-'18, conclusasi nel novembre di cento anni fa, non aveva solo "strappato" dalla vita civile e dalle loro abitudini quasi 70 milioni di uomini, ma aveva posto intere nazioni davanti a nuove realtà, talvolta durissime. Le ripercussioni del conflitto, infatti, non si limitarono esclusivamente alla perdita di vite (quasi 10.000.000 di caduti più il doppio tra feriti e mutilati) e alla distruzione che lo stesso aveva generato, ma coinvolsero tutta la società occidentale nella più grande esperienza di massa della storia dell'umanità.

Primo Presidente della Repubblica italiana, nel 1948 promulgò la Costituzione. Chi era e quanto durò il suo mandato
Sono passati settant'anni. Correva il 1948, e l'Italia era appena uscita da un conflitto tanto crudele quanto sanguinoso. L'Europa si leccava le ferite e i paesi coinvolti nella seconda guerra mondiale si stavano avviando a compiere una lenta ma decisa ricostruzione.

Oggi, nel 2018, sembra esservi una diminuzione delle certezze che la nascita della democrazia, in Italia, produsse a livello politico, sociale e storiografico

Il Centro Studi e Documentazione dei Comuni Italiani di ANCI-IFEL ha organizzato, in collaborazione con l'Associazione no-profit "SAGEN - Salute, Ambiente, Genoma" un workshop sul tema "COMUNITÀ E SALUTE, Studi di impatto sulla salute in aree prossimali a impianti di smaltimento e recupero rifiuti". L'evento si svolgerà a Roma il 13 settembre 2018 presso il Piccolo Auditorium "Aldo Moro", Via Campo Marzio, 24 e in diretta streaming con la Sala Conferenza della Biblioteca dell'Ospedale San Donato di Arezzo.


Sant'Agnese fuori le mura ha il sapore di una bella storia antica, quale è la sua, essendo uno dei primi edifici di culto eretti a Roma in età paleocristiana.

La data è storica: primo luglio del 2018; si avvera il sogno di Adriano Olivetti. La città di Ivrea e quel laboratorio di città ideale diviene realtà. Infatti, in questi primi giorni di estate la città piemontese viene eletta "città industriale del XX secolo". La nomina di Ivrea è stata proclamata a Manama, in Bahrein, dove si sta svolegendo il 42° Comitato del Patrimonio mondiale Unesco. Si tratta del 54° sito italiano che entra a far parte del Patrimonio Unesco.

Pubblichiamo il video della Lectio magistralis, organizzata dal Centro Documentazione dei Comuni Italiani, che ha visto la presenza del fondatore del Censis, il Prof. Giuseppe De Rita, raccontare le evoluzioni della società italiana e dei suoi territori. Il Sindaco di Ascoli Piceno e Presidente dell'IFEL, Guido Castelli, ha aperto i lavori della giornata seminariale, coordinati dal Direttore del Centro, Lucio D'Ubaldo, e poi concluso dal saggista e critico letterario, Filippo La Porta.


 

 

 

"Bisogna tornare a respirare insieme, a pieni polmoni, curando una sorta di "enfisema polmonare" che ha debilitato la società e impoverito la politica". Lo ha detto Giuseppe De Rita, fondatore del Censis, in occasione della sua Lectio magistralis, svolta su invito del Centro Documentazione e Studi dei Comuni Italiani (Anci- Ifel). Il sindaco di Ascoli Piceno e presidente dell'Ifel, Guido Castelli, ha aperto i lavori, coordinati dal direttore del Centro, Lucio D'Ubaldo, e poi concluso dal saggista e critico letterario, Filippo La Porta.

"Evoluzione delle comunità e dei territori: il motore dello sviluppo italiano" è questo il Titolo della Lectio magistralis che Giuseppe De Rita terrà a Roma il 21 giugno alle ore 11.00 presso il Piccolo Auditorium Aldo Moro in via di Campo Marzio 24.

Pagina 1 di 41

Ricevi la newsletter

Iscriviti

Rimani aggiornato sulle attività del centro, sui cicli di formazione, i seminari e le ultime iniziative. Inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica già registrato e cliccando sul tasto cancella è invece possibile cancellare rapidamente la propria iscrizione.