CDC - Centro di Documentazione e Studi dei Comuni Italiani

Comuni analytics

Comuni analytics

La sezione Comuni Analytics è caratterizzata dalla presenza di due sotto-sezioni denominate "140 battute” e “numeri e territori". “140 battute” sono delle pillole informative della lunghezza di un “tweet” con cui dare una sintetica rappresentazione delle principali variabili territoriali, socio-demografiche, economico-produttive ed istituzionali, che interessano i comuni italiani. Questi stessi fenomeni sono poi approfonditi e arricchiti con ulteriori dati e mappe, nella rubrica “numeri e territori”. Un modo per raccontare a noi tutti, cittadini ed amministratori, il mutamento continuo cui sono soggetti gli enti locali.

BORGHI D'ITALIA : CASTELLUCCIO DI NORCIA (PG)
"....Solidarietà umana ed aiuto a questi fratelli colpiti da questa nuova sciagura....perchè il modo migliore per ricordare i morti è quello di pensare ai vivi." In ricordo dei numerosi terremoti che stanno colpendo l'Italia, ed in particolare le zone del centro.
(Sandro Pertini, cit.)

Situato in prossimità della riviera romagnola, Brisighella è un comune collinare della provincia di Ravenna dalle origini assai antiche.

Situato in prossimità della riviera romagnola, Brisighella è un comune collinare della provincia di Ravenna dalle origini assai antiche.

Sono 7.211 i comuni che ospitano strutture scolastiche nel proprio territorio, una cifra pari all'89,5% del totale delle amministrazioni comunali italiane. I comuni lombardi sono i più numerosi (1.373), seguiti dalle amministrazioni piemontesi (875) e venete (569). Osservando i valori in termini percentuali sul totale delle realtà comunali regionali, valori superiori al dato medio si osservano tra i comuni situati al centro-sud con le eccezioni rappresentate da quelli abruzzesi (83,9%) e molisani (85,3%). Tra le amministrazioni del nord si osservano valori inferiori all'89,5% in quelli del Piemonte (con il numero più basso di comuni della regione ospitanti strutture scolastiche, il 72,6%) della Liguria (81,7%) e del Trentino-Alto Adige (83,5%).

L'Italia è una delle zone più sismiche del Mediterraneo. La gran parte del territorio nazionale è stato, nel corso della storia, interessato da effetti sismici alquanto intensi. Fanno eccezione alcune zone delle Alpi centrali e della Pianura Padana, un largo tratto della costa toscana e gran parte della Sardegna e della Puglia. Al contrario, le Alpi orientali, l'Appennino settentrionale, il Gargano, l'Appennino Centro-meridionale, l'Arco calabro e la Sicilia orientale sono le aree, per numerosità e intensità, maggiormente colpite da sismi.

Le fonti di energia rinnovabile rappresentano ormai un fattore chiave nella produzione di energia legata alla salvaguardia ambientale e alla tutela della qualità della vita. Nel nostro Paese, al 31 dicembre 2013, si contano 5.239 impianti alimentati a fonti rinnovabili qualificati e in esercizio, dotati di una potenza totale di 22.631.657 kW (Tabella 1).
Nella differenziazione delle fonti utilizzate risultano nettamente più diffusi gli impianti idroelettrici ad acqua fluente (1.661), seguiti da quelli a biogas (1.238) e da quelli che sfruttano l'energia eolica (1.014).

Pagina 1 di 28

Home Comuni analytics

Ricevi la newsletter

Iscriviti

Rimani aggiornato sulle attività del centro, sui cicli di formazione, i seminari e le ultime iniziative. Inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica già registrato e cliccando sul tasto cancella è invece possibile cancellare rapidamente la propria iscrizione.

My Twitter Updates

Followers del centro

Muoversi a Roma Luigi Brugnaro AnciLombardia Dario Franceschini ANSA ViaggiART Servizi ai Comuni Istat