CDC - Centro di Documentazione e Studi dei Comuni Italiani

La nostra storia

La nostra storia

112 anni di vita associativa raccontata attraverso fatti, personaggi, documenti ed eventi.
Una storia lunga più di un secolo a servizio della collettività.

Questo supplemento alla rivista Quaderni Regione dell'Umbria è incentrato sulle prime proposte ufficiali avanzate per la formazione del piano urbanistico e territoriale all'indomani della costituzione delle regioni. Il fascicolo si presenta costituito da 6 capitoli ed arricchito da 9 cartogrammi allegati. Dopo la premessa (pp. 3-6), il capitolo 1 delinea la storia del territorio (pp. 7-14), quello successivo (2- Fenomeni e contraddizioni in atto, pp. 15-32) analizza i dati sulla popolazione, sul tipo e diffusione dell'occupazione, sui redditi, sull'istruzione, le risorse naturali e l'assetto territoriale umbro;segue l'enunciazione dell'obiettivo generale della programmazione regionale, come terzo capitolo (pp. 33-36); il quarto capitolo (pp. 37-60) delinea le linee generali dell'assetto territoriale regionale, soffermandosi sui suoi elementi principali, quali i centri storici e i comprensori economico-urbanistici, per proseguire poi analizzando le scelte prioritarie ed ipotizzando varie ipotesi di programmazione territoriale, con diverse categorie di intervento e un progetto pilota; chiude il capitolo un confronto con altri piani territoriali proposti in precedenza.

La finanza regionale: realtà e prospettive, 3° convegno di contabilità regionale (Firenze, 19-21 febbraio 1981), Serie Documenti n. 1, numero monografico, estratto dal fascicolo n. 3 del 1981 della rivista "Amministrazione e contabilità dello Stato e degli Enti Pubblici", rassegna bimestrale di dottrina, giurisprudenza e documentazione, CENSAT editore, Roma, maggio-giugno 1981, pp. 107-360.

Questa pubblicazione raccoglie gli atti completi del "Terzo convegno di Contabilità Regionale", apparsi sulla rivista e successivamente estrapolati e ristampati (nel mese di settembre) come pubblicazione monografica, vista l'estrema importanza dei problemi di finanza regionale ivi trattati.

I congressi annuali della UIV, in seguito noti con la denominazione inglese International Union of Local Authorities (IULA) costituiscono un appuntamento costante per l'ANCI, e sono il segno di una partecipazione attiva all'interno dell'organizzazione. che arriverà a coronare nel 1991 con la nomina del suo presidente, Riccardo Triglia, alla guida della UIV/IULA. Il 20° congresso si svolge nel 1971, dall'11 al 25 luglio, a Toronto. Qui la copertina del  supplemento al notiziario Anci, del 4 aprile 1971, che pubblicizza, in prima pagina,  l'evento in territorio americano.

Libro in lingua francese, a cura del Consiglio d'Europa, "La tutela e la valorizzazione dei siti e dei complessi storico-artistici" (titolo originale La défense et mise en valeur des site set ensembles historiques ou artistiques), pubblicato nel 1963.
Questo libro, conservato nell'Archivio storico dell'ANCI e da poco trasferito nella Biblioteca dei Comuni, inizia con il paragrafo "Un patrimonio culturale minacciato" a giustificazione del titolo (pp. 7-9), per proseguire con la parte "Verso un'azione di tutela sistematica" (Vers une action systématique de sauvegarde, pp. 10-18), dove viene dato il resoconto dei piani nazionali dei tre paesi (Italia, Francia e Gran Bretagna) visitati dalla commissione europea, finendo con l'esempio di Venezia.

Gradito dono della Biblioteca Comunale di Vercelli alla Biblioteca dei Comuni italiani, questo volume di 98 pagine, edito a Vercelli dallo Stabilimento Grafico Bosso e Lignetti, raccoglie gli articoli pubblicati sulla stampa nazionale ed estera in merito alla Prima mostra di attività municipale tenuta a Vercelli dal 23 settembre al 16 novembre 1924.
Tutti gli articoli sono ripartiti in quattro sezioni:
1. Preparazione (pp. 9-38) – composto da due parti: a) quotidiani; b) riviste – con 20 articoli apparsi dal 10 gennaio (sulla Tribuna) fino al 21 settembre (sul Momento).
2. Apertura (pp. 41- 70), con 20 articoli, ugualmente divisi tra quotidiani e riviste, datati dal 23 settembre (sulla Stampa) al gennaio del 1925 (sul Leonardo).

Bimestrale di approfondimento giuridico - fiscale fondato nel 1962 ed edito dal Gruppo Maggioli, rappresentò e rappresenta ancora oggi un punto di riferimento per gli operatori della P.A. Specializzata originariamente nella informazione relativa agli appalti ed ai contratti pubblici, durante gli ultimi anni la rivista ha dato sempre più spazio ai temi dell'innovazione e della gestione del territorio da parte delle amministrazioni locali. Coadiuvato storicamente da un comitato redazionale composto da docenti di diritto amministrativo, a tutt'oggi Comuni d'Italia rivolge particolare attenzione all'istituto della finanza locale, esercitando anche un ruolo di osservatore analitico e divulgativo circa i servizi tributari delle autonomie decentrate. Attualmente, la materia principale trattata nell'ambito della linea editoriale della rivista è il federalismo fiscale, il quale è uno dei temi economico – politici attualmente più discussi e controversi. Comuni d'Italia è oggi ancora operativo, e si appresta a compiere il suo 50° anno di attività editoriale.
La Biblioteca dei Comuni Italiani possiede una raccolta cartacea comprensiva del periodo che va dal 1967 al 1988, e dunque poco tempo prima che Comuni d'Italia venisse informatizzato e reso scaricabile online.

Pagina 1 di 4

Home L'archivio storico Separatore sezioni archivio La nostra storia

Ricevi la newsletter

Iscriviti

Rimani aggiornato sulle attività del centro, sui cicli di formazione, i seminari e le ultime iniziative. Inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica già registrato e cliccando sul tasto cancella è invece possibile cancellare rapidamente la propria iscrizione.

My Twitter Updates

There is no friend in list