CDC - Centro di Documentazione e Studi dei Comuni Italiani

Quando, come e perché la questione urbana è entrata a far parte dell'agenda politica nazionale in Italia? Esiste una politica urbana in Italia e, se esiste, quali ne sono le caratteristiche? Quali sono i principali fattori che possono spiegare la perdurante frammentazione delle politiche urbane in Italia? Sono le domande da cui prende le mosse l'articolo "Cities in search of Policy. The urban issue in the Italian National Political Agenda" pubblicato sul numero 13 della rivista Métropoles a firma del direttore del Centro Documentazione e Studi dei Comuni Italiani Walter Tortorella e del ricercatore Cittalia Massimo Allulli.

Ammontano a 46.743 i progetti nell'ambito dei programmi operativi regionali del Fondo europeo sviluppo regionale (Fesr) 2007-2013, per complessivi 18,5 mld di euro. Di questi pero' meno della meta', ossia 8,5 mld, sono gia' stati spesi mentre, arrivati quasi al termine del ciclo di programmazione, ben 6.448 progetti (ossia il 13,8%) per un totale di 3,59 mld di euro, gia' finanziati, sono ancora fermi ai nastri di partenza. La fotografia, elaborata da Ifel sui dati OpenCoesione aggiornati al 31 dicembre 2012, immortala luci e ombre dei progetti attuati da Regioni, Province, Comuni, operatori privati e imprese, Unioni di Comuni e Comunita' montane, enti pubblici ed organismi di categoria, scuole, universita' ed istituti di ricerca.

Milleduecentesessanta progetti, per un costo rendicontabile Ue di oltre 634 milioni di euro: a tanto ammontano le iniziative, alla fine del 2012, legate al Programma operativo regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale (Por Fesr 2007-2013) nella Regione Lazio pari a un decimo del costo ammesso complessivo per le Regioni dell'Obiettivo competitivita''. In base al Focus sul Lazio, elaborato dall'Istituto per la Finanza e le Economie locali (Ifel) sui dati OpenCoesione, i soggetti attuatori di tali interventi sono per la maggior parte delle risorse (56,1%) operatori privati e imprese, seguiti dai Comuni (al 27,1%), da altri enti pubblici e organismi di categoria (12,2%), dalla Regione (4%), dalle Province (0,6%) e dalle Unioni di Comuni e Comunita' montane (0,1%).

Libro in lingua francese, a cura del Consiglio d'Europa, "La tutela e la valorizzazione dei siti e dei complessi storico-artistici" (titolo originale La défense et mise en valeur des site set ensembles historiques ou artistiques), pubblicato nel 1963.
Questo libro, conservato nell'Archivio storico dell'ANCI e da poco trasferito nella Biblioteca dei Comuni, inizia con il paragrafo "Un patrimonio culturale minacciato" a giustificazione del titolo (pp. 7-9), per proseguire con la parte "Verso un'azione di tutela sistematica" (Vers une action systématique de sauvegarde, pp. 10-18), dove viene dato il resoconto dei piani nazionali dei tre paesi (Italia, Francia e Gran Bretagna) visitati dalla commissione europea, finendo con l'esempio di Venezia.

IFEL (Fondazione ANCI) e SSEF (Scuola Superiore Economia e Finanze) organizzano un corso di Alta Formazione in materia di "Valorizzazione del patrimonio immobiliare degli enti territoriali".

Il corso, la cui partecipazione è gratuita, si compone di 4 giornate formative di 7 ore ciascuna (9:00-17:00), è rivolto a tecnici ed amministratori comunali e sarà replicato nelle seguenti 4 edizioni:

"Finanza pubblica e vincoli comunitari: esperienze a confronto" è il terzo quaderno in uscita della collana "I Comuni" del Centro Documentazione e Studi ANCI-Ifel.

La presente indagine si pone l'obiettivo di mettere a confronto l'esperienza di alcuni paesi europei (Austria, Belgio, Spagna, Germania e Francia) nelle politiche di governance istituzionale ed economico-finanziaria, alla luce dei vincoli di bilancio derivanti dalla appartenenza alla Unione economica e monetaria europea (UEM).
Lo strumento attraverso il quale in genere viene definito il concorso di tutti livelli di governo al raggiungimento degli obiettivi espressi nel programma di stabilità trasmesso da ciascun Paese alla UE è rappresentato dal Patto di stabilità interno.

Pubblichiamo i link alle registrazioni video delle giornate formative IFEL relative  all'anno 2013, che si sono susseguite fino alla giornata odierna in modalità gratuita per tutti gli iscritti.

TARES – 16 APRILE 2013

TARES – 21 MAGGIO 2013

Gradito dono della Biblioteca Comunale di Vercelli alla Biblioteca dei Comuni italiani, questo volume di 98 pagine, edito a Vercelli dallo Stabilimento Grafico Bosso e Lignetti, raccoglie gli articoli pubblicati sulla stampa nazionale ed estera in merito alla Prima mostra di attività municipale tenuta a Vercelli dal 23 settembre al 16 novembre 1924.
Tutti gli articoli sono ripartiti in quattro sezioni:
1. Preparazione (pp. 9-38) – composto da due parti: a) quotidiani; b) riviste – con 20 articoli apparsi dal 10 gennaio (sulla Tribuna) fino al 21 settembre (sul Momento).
2. Apertura (pp. 41- 70), con 20 articoli, ugualmente divisi tra quotidiani e riviste, datati dal 23 settembre (sulla Stampa) al gennaio del 1925 (sul Leonardo).

Venerdì 17 maggio alle ore 11, presso la Sala Biblioteca del Centro Documentazione e Studi Comuni Italiani, verrà presentato il libro "Parternariato Pubblico Privato e sviluppo degli investimenti territoriale" a cura di Chiara Del Fante, Francesco Monaco e Francesca Proia.
La presentazione è all'interno della rassegna LibrinComune nela quale si terrà un dibattito sul tema il "Il Partenariato Pubblico Privato: Uno sviluppo possibile?"

On line l video della giornate formative dedicate alla  "Finanza di progetto (casi pratici) - Applicazioni in ambito energetico", curato dai docenti Eleonora Vergnano e Marco Muscettola. che si è svolto il 15 maggio all'interno del progetto Formazione on-line di IFEL, e al secondo modulo sul Contenzioso Tributario dal titolo "Esame del ricorso tributario e strategie difensive" che si è svolto oggi, giovedì 16 maggio.

Qui di seguito i link per poter accedere al video integrale della giornate formative:

Contenzioso Tributario

 Finanza di Progetto

 

Il reddito imponibile ai fini IRPEF può permettere di misurare la distribuzione della ricchezza economica nei comuni italiani. Nell'anno d'imposta 2010 l'ammontare di reddito imponibile medio per ciascun contribuente residente in un comune italiano è stato pari a 23,24 mila euro, in crescita rispetto al 2004 quando era pari a 20,91 mila euro (uno scarto quindi di +2,33 mila euro).

In generale, sembra emergere una contrapposizione tra i comuni del nord e quelli del centro-sud: mentre infatti nei primi il reddito medio per cittadino dichiarante è tendenzialmente superiore alla media del paese, nei secondi il valore medio del reddito imponibile registrato nel 2010 è più basso rispetto a quello rilevato a livello nazionale. Costituiscono delle eccezioni, i comuni veneti e friulani da una parte, e quelli laziali dall'altra.

Un concorso di idee per la creazione del logo rappresentativo del "Parco delle Arti", il nuovo sistema di gestione che metterà in rete i principali beni culturali comunali quali il Teatro "Tommaso Traetta", la Biblioteca comunale "E. Rogadeo", il Torrione Angioino e il Museo Civico, le Officine Culturali presso la ex Scuola di Disegno e il Centro di Aggregazione Giovanile presso il Cenacolo di San Nicola.

Il "Parco delle Arti" punta a promuovere la città attraverso una gestione integrata dei beni e delle attività culturali, con la collaborazione di enti pubblici e soggetti privati del settore culturale e turistico.

Ricevi la newsletter

Iscriviti

Rimani aggiornato sulle attività del centro, sui cicli di formazione, i seminari e le ultime iniziative. Inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica già registrato e cliccando sul tasto cancella è invece possibile cancellare rapidamente la propria iscrizione.

My Twitter Updates

There is no friend in list