CDC - Centro di Documentazione e Studi dei Comuni Italiani

di Serena Visintin

Negli ultimi decenni, si è assistito ad una sempre maggiore crisi del welfare state, in senso tradizionale. Il graduale invecchiamento della popolazione ha difatti profondamente alterato gli equilibri demografici sottostanti allo stesso, aggravando i già acuti problemi di ordine finanziario.

I moderni sistemi di welfare, in particolare quello italiano, faticano a rispondere in modo adeguato ai cambiamenti della società e a comprendere i relativi bisogni, sempre più multiproblematici e complessi. La crisi economico-finanziaria, inoltre, ha acuito la vulnerabilità delle fasce più deboli della popolazione, generando un impoverimento materiale e di prospettive: basta pensare al fenomeno delle nuove povertà, alla difficile condizione dei bambini, dei giovani, delle donne e degli anziani.

Si svolgerà a Roma il prossimo 24 maggio alle ore 15, presso il Piccolo Auditorium Aldo Moro (via di Campo Marzio 24), la Lectio Magistralis dal titolo "Il Welfare di Comunità" tenuta dall'Avv. Giuseppe Guzzetti Presidente della Fondazione Cariplo.

 

Come ha riferito la Farnesina, è stata convocata una assemblea straordinaria – da tenersi a Roma il prossimo 6 luglio 2017 – alla quale parteciperanno le massime autorità in materia di organizzazione mondiale sull'immigrazione.

Ex Sindaco di Roma, e Presidente Anci, Darida è stato anche un eccellente uomo di governo, prima come sottosegretario all'Interno, poi come Ministro di Grazia e Giustizia. Clelio Darida era nato a Roma il 3 maggio 1927, dove è morto all'età di novant'anni il 12 maggio.

Sono poche le persone che incontriamo nella vita in grado di colpirci per intelligenza e compostezza, per non dire senso di misura ed equilibrio, quindi umiltà. Clelio Darida era un uomo colto, dotato di grande intuito, deciso nelle battaglie politiche, solerte e concreto nell'impegno amministrativo. Ha fatto il sindaco di Roma in tutta la prima parte degli anni settanta e poteva farlo, per il PCI guidato allora da Luigi Petroselli, anche dopo il sopravvento della sinistra alle amministrative del 1976.

Questa volta il governo fa sul serio: entro quest'anno le slot machines spariranno dai ristoranti, dai circoli privati e dagli esercizi commerciali ed entro tre anni dai bar e dalle tabaccherie che non otterranno una specifica certificazione. Sarà possibile giocare soltanto in locali posti a non meno di 150 metri da scuole, edifici di culto e Sert e dotati di precise caratteristiche.

Non è più "procrastinabile il momento di reintrodurre su tutto il territorio nazionale l'obbligatorietà delle vaccinazioni per accedere alle scuole di ogni ordine e grado. In questo modo sarà possibile ammettere l'intera popolazione ai benefici derivanti dalle vaccinazioni".

Il 4 maggio in Conferenza Unificata è stato sottoscritto l'accordo tra Governo, Regioni ed Enti locali sull'adozione di moduli unificati e standardizzati per la presentazione di segnalazioni, comunicazioni e domande nei settori dell'edilizia e delle attività commerciali.

CELEBRATO il 70mo ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE D'ITALIA

Era l'ora di cena, quando gli italiani potevano ascoltare in massa, magari riuniti a tavola per consumare quel poco di cibo (razionato) a disposizione o raggruppati in qualche bar. Ed arrivò l'appello con cui Sandro Pertini, da Radio Milano, emittente con frequenze clandestine, il 25 aprile 1945 invocò l'insurrezione degli italiani (tutti) contro l'occupazione militare nazista e il governo di Salò.

Nel 2045 la popolazione residente attesa per l'Italia è stimata a 58,6 milioni e nel 2065 a 53,7 milioni. La perdita rispetto al 2016 (60,7 milioni) sarebbe quindi di 2,1 milioni di residenti nel 2045 e di 7 milioni nel 2065. Tenendo conto della variabilità associata agli eventi demografici, la stima della popolazione al 2065 può oscillare da un minimo di 46,1 milioni di persone ad un massimo di 61,5. La probabilità statistica è di un aumento della popolazione al 2065 pari al 7%.

Giorgio Guazzaloca, ex Sindaco di Bologna, ci ha lasciato all'età di 73 anni dopo una lunga malattia.

Ricevi la newsletter

Iscriviti

Rimani aggiornato sulle attività del centro, sui cicli di formazione, i seminari e le ultime iniziative. Inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica già registrato e cliccando sul tasto cancella è invece possibile cancellare rapidamente la propria iscrizione.

My Twitter Updates

There is no friend in list