CDC - Centro di Documentazione e Studi dei Comuni Italiani

L'incontro, promosso da Federsanità Anci e in programma il 26 settembre (Piccolo Auditorium Aldo Moro in via di Campo Marzio 24), sarà anche l'occasione per aprire un dibattito finalizzato alla costruzione di un confronto istituzionale per promuovere azioni volte a favorire politiche socio sanitarie, che diano risposte alle problematiche presenti sul territorio.
Un'analisi sulle disuguaglianze sociali esistenti e sulle modificazioni da esse subite nel tempo oltre che una riflessione sul sistema di welfare del nostro Paese. Con questi obiettivi si svolgerà il prossimo 26 settembre, organizzata da Federsanità ANCI, la Lectio magistralis del Presidente dell'Istat Giorgio Alleva.

Nel corso dell'incontro, oltre ad illustrare i dati dell'ultimo Rapporto Annuale Istat, si aprirà un dibattito finalizzato alla costruzione di un confronto istituzionale per promuovere azioni volte a favorire politiche socio sanitarie, che diano risposte alle problematiche presenti sul territorio.

La Lectio Magistralis si svolgerà a Roma, alle ore 11, presso il Piccolo Auditorium Aldo Moro in via di Campo Marzio 24. Segreteria organizzativa tel 06.69924419

 

di Lucio D'ubaldo

Matteo Camiciottoli, il Sindaco di Pontinvrea, che aveva preso di mira con particolare virulenza la Presidente Boldrini, si è scusato.

di Lucio D'Ubaldo

La vicenda delle vaccinazioni obbligatorie incrocia una pagina poco esaltante della nostra esperienza repubblicana. Non siamo di fronte a un conflitto normale, potremmo dire fisiologico, tra Stato e Regioni. Sì è scelto un terreno scabroso, ricco d'insidie, dunque pericoloso. La tutela della salute, cardine non trascurabile dell'ordinamento costituzionale e quindi dello Stato sociale, non può essere erosa o minata per effetto di contrasti sull'applicazione di una legge del Parlamento.

Nuove regole per i contratti a tempo nella P.A, con limiti alle proroghe e al ricorso

Al Viminale si sono riuniti i primi cittadini delle comunità libiche per siglare una dichiarazione congiunta con il nostro Paese.

Quest'anno la spesa pro capite per i generi di primo consumo, abitazione e abbigliamento si attesta a quasi 8.000 euro, pari al 41,5% dei consumi complessivi (circa 17.300 euro).

di Patrizia Maglioni. Per le donne, dai 15 ai 64 anni, il tasso di occupazione a giugno ha raggiunto il 48,8%, il valore più alto dall'avvio delle serie storiche (almeno dal 1997).

Le api sono un esempio di società organizzata fondata sul lavoro e sul rispetto. La gerarchia dei compiti e delle funzioni è definita e funzionale alla vita e alla prosperità dell'alveare. Le api e il miele sono al centro dell'interesse degli studi sin dalla classicità, Aristotele ne indagò i segreti e ne fece l'essere vivente di maggior interesse dei suoi studi dopo l'uomo.

di Alessio Ditta. In questo periodo vacanziero, in cui il caldo primeggia e tutti pensano al mare o alla montagna, segnaliamo la presenza di una mostra, appena inaugurata, al Palazzo Città di Cagliari, ed inserita all'interno della prima edizione del Festival Cagliari Paesaggio.

Luglio/Agosto 1861 : nel Sud Italia intervennero i terribili ungheresi, che repressero i moti antiunitari con feroci rappresaglie. Tra le vittime dei mercenari, anche un ragazzino di 13 anni

"L'uso strategico dell'innovazione tecnologica nei processi clinici e gestionali, orientati alla continuità delle cure e alla centralità del paziente, sono determinanti per la diffusione di modelli innovativi nella gestione della salute. La collaborazione tra gli operatori e la governance integrata dei servizi sanitari e sociali è decisiva per la trasformazione del Servizio sanitario nazionale in chiave 'digital first'". Così, Angelo Lino Del Favero, Presidente Federsanità Anci, ha descritto il tema al centro del workshop "Guidare l'innovazione", organizzato a Roma lo scorso 20 luglio.

E' un testo profondamente modificato rispetto all'originale, presentato dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, quello sull'obbligatorietà dei vaccini per l'iscrizione a scuola che esce dal Senato, dopo il voto in Aula, e che adesso passa al vaglio della Camera per il definitivo via libera. I vaccini obbligatori diventano 10 e non più i 12 inizialmente richiesti: contro polio, difterite, tetano, epatite B, pertosse, emofilo di tipo B, morbillo, parotite, rosolia e varicella.

Pagina 1 di 36

Ricevi la newsletter

Iscriviti

Rimani aggiornato sulle attività del centro, sui cicli di formazione, i seminari e le ultime iniziative. Inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica già registrato e cliccando sul tasto cancella è invece possibile cancellare rapidamente la propria iscrizione.

My Twitter Updates

Followers del centro

Muoversi a Roma Luigi Brugnaro AnciLombardia Dario Franceschini ANSA ViaggiART Servizi ai Comuni Istat