CDC - Centro di Documentazione e Studi dei Comuni Italiani

 

Sito nell'area centro-meridionale della Calabria in provincia di Vibo Valentia, Mongiana è un piccolo comune che deve il suo nome ad un ruscello adiacente alla limitrofa località di Ninfo.

di Walter Tortorela e Giorgia Marinuzzi

Le risorse comunitarie a disposizione dei programmi operativi Fesr e Fse 2014-2020 ammontano a 31,2 miliardi di euro, ma si tratta di una cifra in linea con le programmazioni precedenti? Le regioni e i ministeri gestiscono sempre la stessa mole di finanziamenti? La distribuzione territoriale degli importi segue le proporzioni dei settenni passati? A queste domande risponde il Dipartimento Studi Economia Territoriale di Ifel nella Sesta edizione del rapporto «La dimensione territoriale nelle politiche di coesione», di prossima pubblicazione, che analizza l'impianto dei fondi strutturali in relazione alle dotazioni di risorse comunitarie proprie di ciascun programma operativo dal 2000-2006 al 2014-2020.

La crisi finanziaria degli ultimi anni ha stimolato la nascita di nuovi bisogni soprattutto in ambito sociale, dovuti al peggioramento delle condizioni economiche dei vari Paesi. In questo contesto è stato rivalutato il contributo che la finanza ad impatto sociale può fornire per il riavvio del ciclo economico e per la tutela e la valorizzazione dei beni pubblici e dei beni comuni.

Situato in prossimità della riviera romagnola, Brisighella è un comune collinare della provincia di Ravenna dalle origini assai antiche. Alcune ricerche archeologiche hanno stabilito che i primi nuclei abitativi del luogo risalgono all'Era Neolitica, intercorsa circa 5.000 anni fa e riferita al periodo conclusivo dell'età della pietra.Successivamente, come testimoniano i ritrovamenti di una necropoli avvenuti presso la vicina frazione di San Martino in Gattara, la zona fu colonizzata da popolazioni di origini celtiche che ivi si stabilirono per fondarvi dei villaggi.

di Giorgia Marinuzzi e Walter Tortorella 

Secondo gli ultimi dati relativi alla spesa certificata dai programmi operativi comunitari, il Fondo Sociale Europeo ha raggiunto l'89% della dotazione al 31 dicembre 2015. Un dato incoraggiante in vista della prossima scadenza fissata per fine marzo 2017, termine ultimo per inviare domanda di pagamento alla Commissione.

* di Giorgia Marinuzzi e Walter Tortorella

Il Fesr 2007-2013 si è chiuso il 31 dicembre 2015 con più di 100mila interventi del valore complessivo, in termini di costo rendicontabile, di oltre 42 miliardi di euro, anche se i veri conti si faranno a fine marzo 2017, termine ultimo per inviare domanda di pagamento alla Commissione.
Il Dipartimento Studi Economia Territoriale di Ifel (Istituto per la Finanza e l'Economia Locale) anticipa alcune evidenze empiriche della Sesta edizione del rapporto «La dimensione territoriale nelle politiche di coesione», di prossima pubblicazione, con una panoramica degli elementi che hanno maggiormente caratterizzato le modalità di attuazione del Fondo. Tramite l'utilizzo dei dati di OpenCoesione l'analisi si concentra sulla distribuzione di progetti e risorse per beneficiario, priorità d'intervento e taglia finanziaria delle singole operazioni (si veda l'appendice statistica).

Ricco di storia e di arte, San Giovanni a Piro è un comune dell'estremo sud campano in provincia di Salerno, sito presso la costa tirrenica del Cilento.

Arroccato a 1000 metri di altitudine a ridosso del Monte Saraceno tra enormi massi di pietra e blocchi rocciosi, deve il suo nome proprio alla ingente presenza di massici rupestri che caratterizzano la sua zona.

L'origine etimologica del nome Lucoli deriva dal latino "Luculus", ovvero "boschetto sacro". Pur risalendo i suoi insediamenti più antichi all'Età del Bronzo, le prime comunità a stanziare con continuità presso questo centro furono i Sabini nel corso dell'VIII secolo a.C., e presumibilmente i Vestini Cismontani, a suo tempo presenti anch'essi nei territori della conca aquilana. Tuttavia, i primi carteggi rinvenuti (tra cui una Bolla Papale di Alessandro III del 1178) che citano il comune di Lucoli risalgono solo al Medioevo, quando i suoi feudatari erano i nobili della famiglia

Piccolo borgo del Lazio sito in provincia di Frosinone a 450 metri s.l.m. presso la Valle del Sacco, zona sudorientale della regione, le sue origini risalgono all'era pre-romana.

Gli 8.003 comuni italiani descritti attraverso l'analisi delle principali caratteristiche territoriali, istituzionali, economico-finanziarie e socio-demografiche, utilizzando come fonti i dati ufficiali più recenti e disponibili a livello comunale.
Questo è il contenuto della nuova pubblicazione IFEL "I Comuni italiani 2016 – Numeri in tasca".

Viggianello è un comune della provincia di Potenza situato a ridosso del grande massiccio del Pollino, presso il quale scorre il fiume Mercure. Collocato nella zona centromeridionale della Basilicata, le sue origini risalgono all'epoca degli ellenici Achei, quando nel 2000 a.C. occuparono la Grecia e risalirono sino al territorio italico. Alcuni ritrovamenti archeologici (monete, vasi ed armi) hanno fatto supporre che gli antichi insediamenti fossero sorti in concomitanza della distruzione del limitrofo paese di Sibari durante le guerre tra le polis antagoniste.

Pagina 1 di 30

Ricevi la newsletter

Iscriviti

Rimani aggiornato sulle attività del centro, sui cicli di formazione, i seminari e le ultime iniziative. Inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica già registrato e cliccando sul tasto cancella è invece possibile cancellare rapidamente la propria iscrizione.

My Twitter Updates

There is no friend in list